Mercoledì, 26 Settembre 2018

Clonazione di altre carte di credito Pioggia di denunce in Questura

CALTANISSETTA. Sono finiti probabilmente nella disponibilità di un incallito scommettitori i soldi prelevati, in maniera fraudolenta, dal conto corrente bancario di un nisseno con un metodo ormai ampiamente collaudato, ovvero la clonazione della sua carta di credito. La vittima, stavolta, è un impiegato nisseno quarantacinquenne il cui conto corrente è stato alleggerito di una somma non indifferente (2300 euro) ser vita a qualcuno per divertirsi a scommettere su un sito della Lottomatica a Roma. Il movimento anomali di denaro in pochi giorni e per transazioni in una città dove peraltro non era mai stato. L'uomo ha bloccato il conto poi è andato in questura a sporgere denuncia contro ignoti, lamentando l'ammanco di 2300 euro. La clonazione di carte di credito sono ormai diventate frequenti in città, se ne contano decine e su questi episodi già da tempo la Squadra Mobile ha aperto una indagine per risalire agli autori di queste frodi informatiche che non risparmiano ormai nessuno.
Il sistema fraudolento ha consentito a persone, rimaste ovviamente sconosciute,di effettuare acquisti (abbigliamento e apparecchiature elettroniche prevalentemente) in paesi lontanissimi, come la Colombia e la Gran Bretagna.
E ladri in azione al pronto soccorso dell’ospedale dove sono stati presi di mira gli armadietti degli infermieri. È successo al quarto piano dove da qualche tempo gli infermieri del reparto di urgenza vanno a cambiarsi. A fine turno la sgradita sorpresa. I lucchetti erano stati rotti e dagli armadietti mancava qualcosa. Per fortuna tutti avevano pensato bene di non lasciare soldi e cellulari. Ri.Ci. - S. Ga.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X