Sabato, 17 Novembre 2018

Caltanissetta, puntura falsa e vitalizio vero

CALTANISSETTA.  Punto in sala operatoria da una siringa infetta. E da quindici anni intascherebbe un vitalizio. Ma quell’incidente in ospedale, per i magistrati, sarebbe ”fantasma”. I loro nomi, dirigente medico uno, primario l’altro, sono piombati al centro di un dossier della procura. Per un infortunio in sala operatoria, in particolare, e risalente a qualcosa come quindici anni addietro.
E da allora uno dei due incasserebbe una indennità Dirigente medico e primario, entrambi dell’ospedale Sant’Elia (assistiti dagli avvocati Giuseppe Panepinto, Michele Lupo e Michele Ambra) sono finiti al centro di un sospetto scandalo. I due professionisti sono stati inscritti nel registro delle notizie di reato per l’ipotesi di truffa in concorso. Questa la contestazione che è stata mossa nei loro confronti dal sostituto procuratore Giovanni Di Leo. La presunta frode si sarebbe consumata sia ai danni dell’ente pubblico di appartenenza, ovvero la stessa azienda ospedaliera, che dell’Inail.


L'ARTICOLO COMPLETO NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X