Venerdì, 21 Settembre 2018

"Intitolare le vie a donne vittime di mafia": la proposta di un consigliere di Catania

CATANIA. Via Graziella Campagna al posto di via Cialdini, e non solo. Il consigliere comunale di Grande Catania, Sebastiano Anastasi, propone di "cambiare la denominazione toponomastica di alcune strade della città a favore di uomini e donne vittime della mafia o che hanno dato un grande contributo alla crescita sociale e civica della Sicilia". "Con questa iniziativa non ho alcuna intenzione di fare revisionismo storico - spiega Anastasi - ma piuttosto punto a dedicare alcune vie cittadine a personaggi degni. E' ormai noto, infatti, che Cialdini e Lombroso siano state due figure non proprio positive per la storia del Meridione". La proposta, già avanzata in seduta di consiglio, presto verrà formalizzata insieme al gruppo di Grande Catania. L'iniziativa punta a fare in modo che via Cialdini venga sostituita da via Graziella Campagna, ragazza uccisa barbaramente da Cosa Nostra. Stessa cosa per via Lombroso. "Si potrebbe riprendere il progetto - sottolinea Anastasi -, varato due anni fa e denominato 'toponomastica al femminile'. In questa iniziativa le scuole catanesi possono scegliere il nome di una donna che ha dato un importante contributo in termini sociali alla nostra terra".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X