Giovedì, 20 Settembre 2018

Gela: piromani scatenati, tre attentati in sole due ore

Sicilia, Archivio

GELA. Gli incendiari sono tornati in azione, quasi ad assediare la città. In due ore sono state date alle fiamme ben tre autovetture. I roghi si sono verificati dalle 2 alle 5 della notte, in rioni diversi, all’interno del perimetro urbano. Il bilancio dell’azione degli incendiari è di un furgoncino e due autovetture danneggiate. Il primo episodio, in ordine di cronaca, si è verificato in via Toscana, nel centro storico della città. Alle 3 della notte i vigili del fuoco sono stati allertati da alcuni residenti svegliati dalle fiamme che si sono propagate su una Fiat 600. I pompieri sono giunti sul posto tempestivamente, domando il rogo e riuscendo a evitare danneggiamenti a altri veicoli. Il fumo avrebbe annerito il prospetto di un edificio. L’utilitaria è di proprietà di un disoccupato ventinovenne. Il malcapitato è stato sentito dagli agenti del locale commissariato di polizia che si sono recati sul posto. La sequenza degli altri atti incendiari è stata quasi immediata. Infatti, trenta minuti più tardi è tornato a squillare il centralino della caserma dei vigili del fuoco. In questa circostanza le fiamme hanno interessato una Lancia Y di proprietà di un ventiquattrenne incensurato e disoccupato. L’utilitaria era regolarmente parcheggiata in via Danimarca, nel rione Caposoprano. Il rogo ha interessato la carrozzeria e l’abitacolo della Lancia Y. Le indagini sono state avviate dai carabinieri del reparto territoriale di via Venezia. Nemmeno il tempo di rientrare in caserma che i pompieri si sono dovuti recare a Settefarine dove è stato dato alle fiamme un Fiat Fiorino. Il furgone, di proprietà di un quarantenne camionista si trovava in via Signorini, nell’estrema periferia a nord della città. Anche in questa circostanza indagano i carabinieri. Gli inquirenti seguono diverse piste, non escludendo che i tre atti incendiari possano essere riconducibile alla stessa mano. Sarebbe stata confermata la matrice dolosa dei roghi di autovetture, la cui escalation è ripresa dopo alcune settimane di sosta. Ventiquattrore prima era stata distrutta dalle fiamme una Audi A2 di proprietà di un uomo di trentasei anni. La monovolume tedesca, parcheggiata in via Risorgimento, è andata completamente distrutta. Lu. Ma.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X