Mercoledì, 21 Novembre 2018

Pensioni d’oro all’Asi e polemiche Gli ex dirigenti al contrattacco

È emerso che alcuni ex dirigenti percepiscono al lordo fino a 15 mila euro al mese. Gli interessati: “Osservate le leggi e i contratti al tempo vigenti, siano oggi esposti alla gogna mediatica voluta dall’Irsap”

PALERMO. “Siamo dell’avviso che ogni abuso vada perseguito così come ogni diritto rispettato. Se qualcuno ha elementi per affermare che questa vicenda presenti lati oscuri, lo denunci alle autorità competenti: saremo al suo fianco”: i pensionati degli ex consorzi Asi si difendono così dalla polemica sulle pensioni d'oro e contrattaccano i vertici dell’Irsap, l’istituto che ha ereditato le funzioni dei consorzi ormai in liquidazione.
La vicenda riguarda proprio il passaggio di competenze tra i due enti. A causa di un cavillo burocratico da novembre sono rimasti bloccati oltre due milioni di euro l’anno per integrare le pensioni di 140 persone, che da mesi sono sul piede di guerra.
È emerso ad esempio che alcuni ex dirigenti percepiscono al lordo fino a 15 mila euro al mese, anche se solo una parte a carico dell’ente. Ma i pensionati però non ci stanno e attaccano: “Osservate le leggi e i contratti al tempo vigenti, siano oggi esposti alla gogna mediatica voluta dall’Irsap”.
DOMANI UN SERVIZIO NELLA PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X