Domenica, 18 Novembre 2018

Ars, stop agli scatti per il personale stabilizzato

Sicilia, Politica

PALERMO. Il Consiglio di presidenza dell'Ars ha votato a maggioranza l'abolizione delle fasce per il personale cosiddetto "stabilizzato" a disposizione dei gruppi parlamentari. Contrari alla delibera Franco Rinaldi ed Anthony Barbagallo del Pd, astenuto Nino Oddo, mentre i voti favorevoli sono stati quattro; assenti gli altri componenti del Consiglio. Gli 85 dipendenti dunque perdono gli aumenti che scattavano dopo 15 anni di anzianità e da qual momento ogni 5 anni. La delibera sarebbe stata approvata dopo aver acquisito un parere dell'Avvocatura dello Stato. Salvi invece i dipendenti esterni dei gruppi, grazie a una variazione di bilancio che consente all'Ars di recuperare i fondi necessari a coprire la spesa, buco che aveva messo in difficoltà l'amministrazione di Palazzo dei Normanni. Gran parte di questo personale esterno è stato assunto prima dell'approvazione della legge sulla spending review, che ha concesso una 'finestra' salvando i contratti in essere, stipulati dai gruppi parlamentari, ad eccezione del Pd e del Pid, utilizzando le risorse del cosiddetto contributo unificato, che dal primo gennaio di quest'anno non può più essere usato per assumere personale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X