Domenica, 23 Settembre 2018

Crocetta bis, ecco i primi nomi

Sicilia, Politica

PALERMO.  È Salvatore Calleri il nuovo assessore ai Rifiuti. Presidente della Fondazione Caponnetto, catanese che da anni vive a Firenze, Calleri sostituisce il magistrato Niccolò Marino. Confermate quindi le indiscrezioni secondo cui Ingroia non entrerà in giunta. All’Economia, invece, Crocetta sceglie Roberto Agnello, tecnico in quota Pd.

In attesa della comunicazione ufficiale filtrano i primi nomi della nuova giunta in Sicilia di Rosario Crocetta. Tra le new entry Giuseppe Bruno (Pd) e Antonio Fiumefreddo (Drs). Salvatore Calleri ai Rifiuti. All'Energia e all'Economia due esterni, concordati con la segreteria nazionale del Pd. Conferme per Michela Stancheris (Megafono), Nelli Scilabra (Pd), Lucia Borsellino, Linda Vancheri e Patrizia Valenti (Udc).
Tra i prescelti, dunque, non ci sarebbe il nome di Ingroia.


CROCETTA: "NON POSSO PIÚ ASPETTARE". «La nuova giunta nascerà certamente questa sera, non posso più aspettare. Aspettare ancora significa sgretolare il tessuto sociale della Sicilia e incancrenire lo scontro tra i partiti». Lo dice il governatore Rosario Crocetta chiuso nel suo ufficio, a Palazzo d'Orleans, con alcuni fedelissimi, alle prese con la definizione della squadra. Per chiudere manca ancora qualche tassello, a quanto pare trattative sono in corso con l'area Cuperlo, irrigiditasi di fronte all'accelerazione di Crocetta che ha deciso di imprimere la svolta dopo settimane di estenuanti e inconcludenti trattative con la coalizione.    
Il governatore assicura: «Nelle scelte che sto compiendo rispetterò ogni sensibilità». E aggiunge: «Dopo l'invito pressante della società, delle imprese e dei sindacati non potevo più rimanere nella situazione di stallo che si era creata dopo due mesi di discussioni con i partiti, la Regione rischiava di sprofondare nelle sabbie mobili, sfidando la collera dei poveri». «Sono un dirigente del Pd e sono stato eletto presidente della Regione per governare - afferma Crocetta - Ho tentato in tutti i modi di avere attorno a me tutte le anime del partito, ma qualcuno va dietro a vecchi metodi non rendendosi conto della gravità della situazione». E conclude: «Io rispetto il segretario del mio partito che ho contribuito a eleggere e in ogni caso il modo migliore per difenderlo è questo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X