Mercoledì, 14 Novembre 2018

Verso nuovo governo, Crocetta: "Ingroia in giunta" Contrario il Pd: "Non siamo stati consultati"

Sicilia, Politica

PALERMO. Rosario Crocetta convoca i partiti per lunedì pomeriggio, pronto a chiudere il rimpasto. Il presidente detta una lunga nota in cui annuncia che, oltre a Linda Vancheri e Lucia Borsellino, anche Nelli Scilabra farà sicuramente parte della nuova compagine.
È un segnale al Pd che invece sui nomi da inserire nel Crocetta bis ha sempre detto di voler attendere un voto della direzione, di fatto mettendo in dubbio la presenza dell’attuale assessore alla Formazione che nessuna corrente vuole riconoscere come propria emanazione. Il caso si incastra con il no alla candidatura di Beppe Lumia, che la segreteria regionale del Pd continua a ritenere esclusa.
Ma lo scontro maggiore sta nascendo su Antonio Ingroia. Il presidente ha praticamente confermato che l’ex magistrato entrerà in giunta con la delega ai Rifiuti, sostituendo un altro ex Pm, Niccolò Marino. Per Crocetta «Ingroia ha tutti i requisiti per assumere la carica di assessore ai Rifiuti. Condivide il mio programma e quindi è un nome assolutamente in pista». Ma a questo punto è esplosa la protesta dell’Udc, che si è detta contraria attraverso un comunicato di Gianpiero D’Alia.
E, soprattutto, è il Pd a mettersi di traverso su Ingroia. Per il segretario regionale, Fausto Raciti, «è un nome che apprendiamo dalla agenzie. Crocetta su questo non si è mai confrontato con noi. Di Certo, noi con Ingroia non abbiamo nulla da condividere. Non possiamo neppure sederci al tavolo con una persona che è ostile a Napolitano. Evidentemente, se fa queste proposte, Crocetta si ostina a mettere carne al fuoco alimentando lo scontro».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X