Lunedì, 24 Settembre 2018

Operaio Eni morto sul lavoro, lutto cittadino a Gela

Sicilia, Archivio

GELA. Il sindaco di Gela Angelo Fasulo ha proclamato il lutto cittadino per la giornata in cui si svolgeranno i funerali di Antonio Vizzini, l'operaio gelese dell'indotto dell'Eni morto ieri a causa di un incidente sul lavoro nell'area della centrale termoelettrica della raffineria.
Bisognerà però attendere l'autopsia, che è stata già disposta dalla Procura della Repubblica del tribunale di Gela, per accertare le reali cause della morte. Il referto dei medici del Pronto Soccorso dell'ospedale Vittorio Emanuele attribuisce il decesso a uno schiacciamento toracico perché Vizzini sarebbe rimasto incastrato dietro la cabina della gru in movimento mentre prendeva le imbracature da un cassonetto del mezzo meccanico.
Il sindaco ha inoltre disposto che "per l'intera durata della cerimonia funebre tutte le attività commerciali, artigianali e professionali della città resteranno chiuse in segno di rispetto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X