Venerdì, 21 Settembre 2018

Inter, deluso Thohir. Ira di Mazzarri contro gli arbitri

MILANO. Walter Mazzarri è arrabbiato. Il tecnico dell'Inter, dopo lo 0-0 in casa contro l'Udinese, non riesce a celare la delusione e sottolinea l'incidenza degli episodi arbitrali nella stagione nerazzurra. L'Inter, che quest'anno non ha ancora usufruito di un calcio di rigore, lamenta un fallo di mano in area di Herteaux non sanzionato da Gervasoni. ''E' una situazione - dice il tecnico in conferenza stampa - che non mi è mai capitata in carriera. Le azioni sono veloci e l'arbitro è un uomo, ma statisticamente parlando è possibile che quando gli episodi sono contro di noi si vedono e a nostro favore non si vedono mai? Da trentadue partite viviamo questa situazione, di episodi ce ne sono stati tanti e sono sempre stati valutati in un certo modo''.    
Il fattore sfortuna e uno Scuffet in stato di grazia hanno fatto il resto, privando l'Inter di altri due punti e lasciando l'amaro in bocca al presidente Thohir, uscito da San Siro senza rilasciare dichiarazioni. Dopo l'ultima sconfitta contro l'Atalanta era stato proprio il presidente a sottolineare i limiti della prestazione dei nerazzurri. Oggi ha preferito non dire nulla. Trapela tuttavia un forte malumore di Thohir dovuto non solo alla prova della sua squadra ma anche all'atteggiamento degli arbitri e alla sfortuna che quest'anno perseguita l'Inter. Il tycoon indonesiano ha assistito dal vivo a due sole vittorie. ''E' una stagione così, succedono delle cose - aggiunge Mazzarri - che non riusciamo a controllare. Non abbiamo giocato un buon primo tempo ma le partite si vincono nell'arco dei 90' e nelle ultime due gare abbiamo creato i presupposti per vincere le gare. Abbiamo fatto il possibile e l'impossibile per conquistare i tre punti. Ci è mancato solo il risultato. Ci sono otto partite e ventiquattro punti, a fine anno faremo il bilancio''.    
Soddisfatto del risultato Francesco Guidolin che strappa un punto importante al Meazza. ''Ho visto un bel primo tempo da parte nostra, nel secondo - dice il tecnico dell'Udinese - hanno fatto meglio loro ma non potevamo tenere a quei ritmi per 95'. Piano piano ci siamo dovuti abbassare e l'Inter ha messo dentro tutte le bocche da fuoco che aveva. Abbiamo saputo soffrire e siamo stati bravi a farlo. Siamo contenti del punto conquistato''.    
Protagonista assoluto della serata è stato Simone Scuffet, portiere classe 1996 che ha più volte respinto gli attacchi dell'Inter. ''Fa piacere fare una buona prestazione soprattutto quando si raggiunge il risultato. Handanovic mi ha fatto i complimenti e mi fanno doppiamente piacere perché è il mio punto di riferimento. La parata sul tiro di Hernanes penso sia stata la più difficile della serata, non so se sarei riuscito a prendere il colpo di testa di D'Ambrosio senza l'intervento di Domizzi''.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X