Lunedì, 12 Novembre 2018

Acli Terra Sicilia: riprendere i lavori della Fondazione Dieta mediterranea

PALERMO. “Chiediamo con forza all’assessore Cartabellotta che si faccia portavoce col governatore Crocetta per riprendere al più presto i lavori della Fondazione Dieta mediterranea, già costituita nell’aprile del 2012 in Sicilia ma che fino ad oggi non ha ancora iniziato la propria attività”. Lo dice Nicola Perricone, vicepresidente nazionale vicario e presidente regionale di Acli Terra, che prosegue: “Abbiamo avviato un dialogo sulla fondazione in occasione del convegno sulla Dieta mediterranea organizzato da Acli Terra Sicilia, e ci auguriamo che avere messo assieme i soggetti interessati alla valorizzazione di questo importante patrimonio, suggellato anche dall’Unesco, possa dare prima possibile i primi importanti frutti per il rilancio del tessuto produttivo coinvolto e, di conseguenza dell’economia del Mezzogiorno”.
Secondo lo Statuto, la Fondazione dovrebbe durare 30 anni dalla sua costituzione. “Quando fu costituita dall’allora Assessorato Risorse agricole e alimentari la fondazione poteva contare 400 mila euro, di cui 250 mila di capitale iniziale e 150 mila di fondi per il funzionamento”, spiega Antonino Bacarella, già professore ordinario di Economia e marketing dei prodotti agroalimentari presso l’Università di Palermo, “ma l’ultima riunione del consiglio di amministrazione risale al settembre 2012, e da allora tutto si è fermato. Manca, inoltre, ancora il riconoscimento da parte del Presidente della Regione, che da statuto ne è il presidente onorario, necessario per potere riprendere i lavori”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X