Lunedì, 24 Settembre 2018

Primavera, allarme pulci e zecche Un nuovo collare per combatterle

Nelle stagioni più calde indispensabile la protezione contro i parassiti. Le altre soluzioni che non hanno effetti collaterali per gli animali sono shampoo, fiale e spray

Protezione antiparassitaria e rispetto per l'ambiente in un solo prodotto: arriva il collare bio. La primavera è ormai giunta e con essa anche gli indesiderati nemici dei quattro zampe: pulci, zecche e zanzare. Per tenerli a distanza, è in commercio un nuovo collarino barriera a base di fibre naturali di olio di neem e lavandula, ma con una caratteristica in più: è biodegradabile. Realizzato esclusivamente con materiali vegetali, il «Leis collar», prodotto dall'azienda Camon, dopo 6 mesi dal primo utilizzo si decompone. Una volta terminato il periodo di efficacia, in genere due mesi, il collare potrà infatti essere gettato tra i rifiuti umidi. «La sua funzione principale - spiega Lidia Sanfilippo del negozio L'animaletto del cuore di Palermo - è quella antiparassitaria, dunque proteggere il cane da pulci e zecche, ma soprattutto dai flebotomi, le zanzare che causano la leishmania. Allo stesso tempo, però, è un prodotto innovativo, ideato nel rispetto dell'ambiente».
«Leis collar» è naturale e tra i vantaggi è ipoallergenico e non ha alcuna controindicazione. «Può essere utilizzato tutto l'anno - spiega Fabio Brandi di Lovepet Boutique -, ma soprattutto durante le stagioni più calde. Non provoca alcun effetto collaterale all'animale perché è naturale. Lo consigliamo soprattutto a quei cani che soffrono di allergie». La sostanza principale è infatti un olio vegetale che si ricava dai semi o dalle foglie di Neem, una pianta indiana, conosciuta proprio come un insetticida naturale. Unito alla «lavandula hybrida», un altro antiparassitario naturale, il cui odore è sgradito a pulci, zecche e zanzare; ma molto gradevole per quattro zampe e proprietario. «Mentre i prodotti chimici si assorbono nella cute del cane, causando problemi di intolleranza se usati per molto tempo - avverte Brandi -. Le sostanze naturali attive contenute nelle fibre biodegradabili del collare si sprigionano a contatto col calore dell'animale, in modo del tutto naturale e senz'alcun rischio per la salute del cane. È indicato soprattutto per i cuccioli».
Il collare bio è facilmente riconoscibile dal suo colore verde fluo, unica tonalità disponibile. Sempre della linea «Orme naturali», esistono anche altre formule antiparassitarie con sostanze vegetali all'olio di neem: shampoo, fiale, spot-on, spray e diffusori per ambienti. «Essendo prodotti naturali - consiglia Lidia Sanfilippo -, la durata è inferiore rispetto a quelli chimici, ma, in compenso, sono più economici e senz'alcuna controindicazione per la salute dei quattro zampe in caso di uso prolungato. In particolare in Sicilia, dove le temperature richiedono una terapia antiparassitaria quasi tutto l'anno. Il collare bio ha anche un costo inferiore rispetto agli altri collarini barriera: oscilla fra gli 8 e i 12 euro, variabile per misura in base alla taglia del cane».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X