Sabato, 17 Novembre 2018

Un venditore ambulante accoltellato a Gela

Il venticinquenne Carmelo D'Angeli è stato colpito alle spalle tra le bancarelle del mercato di via Madonna del Rosario

GELA. Non avrebbe avuto neanche il tempo di osservarlo in volto, il venticinquenne Carmelo D'Angeli, accoltellato alle spalle nel primo pomeriggio di ieri tra le bancarelle del mercato di via Madonna del Rosario a Gela, non ha saputo fornire indicazioni sul suo presunto aggressore. Sono stati i carabinieri del reparto territoriale, diretti dal maggiore Valerio Maria, ad intervenire.
Il giovane si trovava al mercato per una giornata di lavoro insieme allo zio, un ambulante che opera proprio nella zona. Prima della pausa pomeridiana, mentre stava allontanandosi a bordo del suo motorino, è stato colpito da diversi fendenti alle spalle. Il giovane è rovinato a terra. Per questa ragione, non avrebbe avuto modo di osservare l'aggressore. D'Angeli, incensurato, è stato trasferito all'ospedale Vittorio Emanuele.
I medici lo hanno sottoposto ad un delicato intervento. Adesso, si trova ricoverato nel reparto di chirurgia del nosocomio. È fuori pericolo ma la prognosi è di almeno trenta giorni. Raggiunto dai carabinieri, non ha saputo fornire indicazioni decisive. Neanche gli altri ambulanti presenti in via Madonna del Rosario sono riusciti ad individuare l'aggressore. Un uomo, comunque, si sarebbe allontanato dal mercato a bordo di un'auto di colore scuro.
I carabinieri del reparto territoriale hanno avviato indagini nel tentativo di ricostruire l'intera vicenda. Il giovane è incensurato: di conseguenza, la ricostruzione è resa ancora più difficile. Le coltellate alla schiena non hanno danneggiato organi vitali, così per i medici del nosocomio Vittorio Emanuele è stato più facile intervenire e salvaguardare la salute del paziente. D'Angeli, in ogni caso, rimane sotto osservazione.
I carabinieri del reparto territoriale non trascurato alcuna pista. Nessuno, però, avrebbe visto. Gli unici sospetti, al momento, si addensano sull'auto scura allontanatasi a velocità sostenuta dal mercato di Via Madonna del Rosario. Al momento dell'aggressi
one, la zona era occupata esclusivamente dagli ambulanti. I carabinieri hanno sentito tutti i presenti ma, appunto, nessuno avrebbe visto la scena decisiva. Non è da escludere che la paura di eventuali ripercussioni possa aver convinto qualcuno dei presenti a tacere. I carabinieri stanno effettuando tutti gli accertamenti del caso per risalire all'identità dell'aggressore. L'attenzione si concentra sull'auto che sarebbe stata utilizzata per raggiungere il mercato di via Madonna del Rosario, nel fine settimana colmo di venditori di qualsiasi tipo. Il giovane accoltellato, da qualche tempo, aveva iniziato a lavorare insieme allo zio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X