Giovedì, 20 Settembre 2018

Ospedale "Garibaldi-Nesima" di Catania, impiantato il primo monitor cardiaco

Sicilia, Salute

CATANIA.  È stato effettuato oggi con successo, presso l' U.O.C. di Cardiologia "Garibaldi-Nesima" di Catania il primo impianto di un innovativo sistema che, molto più piccolo di una pila alcalina ministilo, è in grado di monitorare il cuore del paziente per tre anni. Si tratta del Reveal LINQ, il più piccolo monitor cardiaco impiantabile al mondo che, iniettato sottocute con una siringa e blanda anestesia locale, rivoluziona il monitoraggio cardiaco migliorando la diagnosi per alcune delle patologie più pericolose e difficili da riconoscere quali la sincope e la fibrillazione atriale.
L'intervento, effettuato per la prima volta Sicilia, è stato eseguito dall'equipe  capeggiata dal direttore della Unità operativa complessa di Cardiologia del Garibaldi-Nesima Michele Gulizia su una paziente con sincope di natura inspiegata. L'azione si è svolta in meno di un minuto attraverso l'utilizzo di una speciale siringa che ha permesso di iniettare il dispositivo sotto la pelle della paziente, nella zona pettorale di sinistra, con una piccola incisione inferiore a un centimetro.
Il sistema Reveal LINQ comprende anche il nuovo monitor esterno di telemedicina MyCareLink che, posizionato on casa del paziente, trasmette i dati diagnostici direttamente all'ospedale, utilizzando la tecnologia cellulare per la telefonia mobile globale. "Tutta l'attività cardiaca del paziente - afferma Gulizia - sarà quindi registrata per i prossimi tre anni proprio come una perfetta microspia che, attraverso il sistema esterno di telemedicina, farà pervenire i dati diagnostici da casa in ospedale". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X