Giovedì, 15 Novembre 2018

Palermo,uccise uomo durante lite: cofermato arresto

PALERMO. La corte d'assise d'appello di Palermo ha confermato la condanna a 14 anni per Umberto Zora, accusato dell'omicidio di un uomo di 33 anni, Salvatore Benfante, raccoglitore di ferro, durante una lite nel 2011. In primo grado era stato condannato a due anni e quattro mesi anche il figlio di Umberto Zora, Giancarlo, che è stato assolto in appello.    
Benfante, raccoglitore di ferro, era andato a casa del cognato Giancarlo Zora, assieme ai fratelli, per discutere di alcune controversie familiari, quando è scoppiata una lite. Umberto Zora, con una baionetta, avrebbe ferito all'addome Benfante. L'uomo è stato portato dai figli all'ospedale Buccheri La Ferla, dove è morto poco dopo per un'emorragia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X