Venerdì, 16 Novembre 2018

Percolato nei terreni di Serrafalco, il commissario: "Proviene dalle discariche comunale"

Sicilia, Archivio

SERRADIFALCO. «Parte del percolato affluito nella discarica dell'Ato Cl1 potrebbe provenire dalle due del comune. Queste ultime sono interessate da frane, che hanno fatto affiorare rifiuti e sprofondare terra in quella della società d'ambito. Tutta la zona deve essere prima interdetta da qualsiasi attività produttiva e poi sottoposta a bonifica. Per trovare i soldi con i quali compiere un prelievo di percolato da quest'ultima, l'Ato ha dovuto congelare il pagamento degli stipendi ai propri dipendenti».
È quanto emerso ieri, nelle parole del commissario straordinario della società d'ambito Enrico Vella, nel corso del sopralluogo compiuto nei pressi dei tre siti di contrada Martino al quale hanno preso parte il responsabile tecnico della discarica dell'Ato Sergio Montagnino, il tecnico della società d'ambito Salvatore Rumeo e il responsabile di un laboratorio convenzionato con l'Ato Giovanni Lisi. E al quale ha anche assistito l'allevatore che, con la sua denuncia alla Procura della Repubblica, aveva acceso i riflettori sui tre siti confinanti con i suoi terreni.
IL SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X