Mercoledì, 14 Novembre 2018

Formazione, bandi per salvare il personale

Otto milioni per i corsi relativi all’obbligo di istruzione. Ci sono i soldi pure per pagare gli insegnanti di sostegno. I sindacati: scelta importante per il piano sociale. Gli avvisi pubblicati per gli iscritti all’albo dei docenti on line nella pagina del dipartimento sul sito della Regione

PALERMO. Raffica di bandi in Sicilia pubblicati dagli enti di formazione in cerca di personale per avviare i corsi. Scatta così il paracadute per centinaia di lavoratori del settore a rischio licenziamento: gli enti che hanno bisogno di docenti dovranno rivolgersi alle liste col personale in mobilità e all'albo nel quale sono iscritti tutti gli oltre ottomila operatori del settore. Procede così il piano dell'assessorato alla Formazione, guidato da Nelli Scilabra, per mettere in sicurezza i lavoratori.
L'ultimo allarme licenziamenti era scattato sui Oif, quelli per garantire l'obbligo d'istruzione. L'amministrazione, spiegano i sindacati, aveva scelto di finanziare più corsi diminuendo però la spesa per corso. «Ma in questo modo – spiega Giuseppe Raimondi della Uil – considerata anche l'incertezza nell'avvio del terzo anno dei corsi, gli enti avevano registrato l'impossibilità di coprire l'intero costo del lavoro e avevano avviato le procedure di mobilità».
UN APPROFONDIMENTO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X