Mercoledì, 19 Settembre 2018

Stato-mafia, pm depositano nuovi verbali dei pentiti Tranchina e Naimo

Sicilia, Cronaca

PALERMO. La Procura di Palermo ha depositato agli atti del processo sulla trattativa Stato-mafia nuove dichiarazioni di due pentiti: Fabio Tranchina e Rosario Naimo. Di entrambi i collaboratori di giustizia i pm hanno chiesto l'esame in aula. Tranchina, ex fedelissimo dei boss Filippo e Giuseppe Graviano, in particolare, ha rivelato ai magistrati le confidenze ricevute dai boss di Brancaccio dopo l'arresto di Totò Riina su impegni presi dalla mafia e sulle rassicurazioni ottenute dai clan in relazione a modifiche della legislazione antimafia. Naimo, invece, - ha detto il pm Nino Di Matteo ai giudici - dovrà deporre «sulle confidenze e sulle preoccupazioni di Nino Cinà (tra i boss imputati ndr) nel periodo compreso tra le stragi del 92 e sui compiti affidatigli in quei mesi dai vertici di Cosa nostra». Cinà, per l'accusa, avrebbe fatto avere a Vito Ciancimino, tra i protagonisti della trattativa, il papello con le richieste di Riina allo Stato per far cessare le stragi. Sulle richieste di esame della Procura si dovranno pronunciare i legali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X