Martedì, 20 Novembre 2018

Torna l'incubo terrorismo, allarme su voli verso Usa

Sicilia, Mondo

WASHINGTON. Torna l'incubo terrorismo sui cieli d'America. Dodici anni dopo gli attentati dell'11 settembre, l'amministrazione Obama rilancia l'allarme di un attacco esplosivo a bordo di un aereo, partito fuori dal Paese, destinato ad atterrare in uno scalo degli Usa.
Il Dipartimento della Sicurezza Interna, già da qualche ora, ha avvisato le compagnie aeree in tutto il mondo di avere elementi d'intelligence, ''molto credibili'' circa una minaccia di esplosivo, nascosto nelle scarpe o in alcuni tamponi, su voli in arrivo in America. È stato quindi lanciato un appello a intensificare quanto più possibile le operazioni di screening agli imbarchi di partenza.
La segnalazione del Department of Homeland Security è breaking news sulla Nbc che ha cercato di saperne di più parlando con fonti dell'antiterrorismo.
Un ufficiale, in forma anonima, ha sostenuto che questa nuova minaccia non avrebbe alcun legame con i Giochi Olimpici in corso a Sochi in Russia. Tantomeno, al momento c'è alcuna indicazione sulla natura del complotto, su una linea aerea in particolare, un luogo o un tempo specifico.
Quello che è certo è che nelle prossime ore, nei check point della sicurezza degli aeroporti da cui partono voli con destinazione Stati Uniti ci sarà maggiore attenzione.
I passeggeri potrebbero essere sottoposti a controlli rafforzati, a perquisizioni personali e full body screening, i controlli corporali a base di raggi, fortemente contrastati dai difensori della privacy.  
"Questo allarme - osserva un funzionario dell'intelligence Usa - ci ricorda che gli Stati Uniti sono sempre sotto costante minaccia. Per questo motivo il nostro compito è offrire consulenza alle compagni aeree perché possano far fronte al meglio a questi pericoli''.
L'America non ha dimenticato l'ultima minaccia, quella vissuta e sventata solo all'ultimo nel giorno di natale del 2009. All'epoca, solo un contrattempo tecnico e il coraggio di alcuni passeggeri a bordo del volo 253 della Northwest Arlines Amsterdam-Detroit hanno fermato un giovane nigeriano, Umar Farouk Abdul Mutallab, con le mutande piene di esplosivo, pronto a farsi scoppiare in volo, poco prima dell'atterraggio, e fare una carneficina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X