Martedì, 20 Novembre 2018

Ardizzone: "Pasticcio sul voto delle città metropolitane, ora serve una riflessione"

Sicilia, Politica

PALERMO. «È un pasticcio, dovrà essere  posto rimedio». Così il presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone,  conversando con i cronisti in sala stampa al termine della  seduta parlamentare durante la quale il governo è andato sotto  col voto segretto a un subemendamento di Forza Italia che  cancella parte del comma 2 dell'art.1 della riforma delle  Province e che incide sulle città metropolitane.   «Ora occorre riflessione - dice Ardizzone - non possiamo  tornare in aula a occhi chiusi».  Rispetto alla reazione del presidente della I commissione,  Antonello Cracolici (Pd),  che ha contestato alla Presidenza di  avere messo ai voti il subemendamento nonostante in precedenza  l'aula ne avesse respinto un altro che prevedeva l'intera  soppressione del comma 2 dell'art.1 della riforma, Ardizzone  afferma: «Cracolici aveva intuito il pericolo, ma io non potevo  non mettere ai voti il subemendamento, tant'è che l'aula si è  espressa. Io debbo garantire l'imparzialità dei lavori d'aula». «Le città metropolitane non sono  state bocciate, perchè la norma che le istituisce è all'articolo  7 della riforma delle Province che stiamo esaminando. Il  subemendamento votato in aula riguarda le modalità, in sostanza  adesso le città metropolitane fanno parte dei Liberi consorzi,  dunque con questo voto si danneggiano i piccoli comuni» 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X