Sabato, 17 Novembre 2018

Dirottato aereo Addis Abeba-Roma

Sicilia, Mondo

IL CAIRO. Un aereo della Ethiopan Airlines da Addis Abeba a Roma è stato dirottato sullo scalo di Ginevra. Lo affermano fonti della sicurezza egiziana. Il velivolo, si aggiunge, sta facendo rotta sulla Svizzera. Il dirottamento è avvenuto nello spazio aereo egiziano.  Il co-pilota è l'autore del dirottamento stamane all'aeroporto di Ginevra dell'aereo dell'Ethiopian Airlines. Lo ha detto un portavoce dello scalo di Ginevra. Il copilota che ha dirottato su Ginevra l'aereo della Ethiopian Airlines diretto a Roma è scappato dal velivolo calandosi con una corda da un finestrino della cabina subito dopo l'atterraggio nell'aeroporto ginevrino. Lo riferisce il Guardian online. Il copilota, che ha chiesto asilo politico alla Svizzera, è stato arrestato.
L'aereo proveniente da Addis Abeba è stato intercettato da due caccia dell'Aeronautica militare italiana sullo spazio aereo della Sicilia, dove si sono avute le prime evidenze che si trattasse di un dirottamento. I Caccia hanno quindi scortato l'aeroplano fino in Francia, dove è stato preso in consegna da aerei militari francesi. L'intercettazione è avvenuta nei pressi di Siracusa da parte di due Caccia che sono stati fatti decollare dalla base di Gioia del Colle non appena si è capito che l'aereo poteva essere stato dirottato. Da bordo dell'aeroplano dirottato, secondo quanto si è appreso è stata manifestata l'intenzione di atterrare a Ginevra e quindi i Caccia italiani hanno scortato il velivolo fino in Francia, consegnandolo a due intercettori francesi. Durante il sorvolo dello spazio aereo nazionale, sempre secondo quanto è stato possibile apprendere, il dirottatore non ha manifestato alcuna intenzione ostile.



IL COPILOTA MINACCIAVA LO SCHIANTO. Il copilota del volo dell'Ethiopian Airlines, diretto a Roma e Milano e dirottato a Ginevra, ha minacciato di far cadere l'aereo se il pilota non avesse smesso di tentare di entrare nella cabina di pilotaggio. Il velivolo in più occasioni ha iniziato a ballare, mentre si sentivano rumori provenienti sempre dalla cabina di pilotaggio. È quanto, in sintesi, ha spiegato all'ANSA Francesco Cuomo, 25 anni, uno dei 138 passeggeri italiani a bordo. «Il tutto è cominciato verso mezzanotte e venti ora italiana quando l'aereo ha cominciato a ballare e i passeggeri si sono svegliati - ha ricordato Cuomo, che è un giovane economista specializzato nello sviluppo economico dei Paesi africani -. Il pilota intimava di aprire la porta della cabina di pilotaggio e ha cercato di sfondarla senza riuscirci. Lì si è capito che qualcosa di grave stava accadendo».  «A questo punto è stato diffuso un messaggio dagli altoparlanti in un inglese stentato, ma si è capito chiaramente la minaccia di far cadere l'aereo - ha aggiunto il giovane -. Quindi si sono sentiti nuovi rumori e colpi e sono scese le mascherine per l'ossigeno. Poi la situazione si è normalizzata anche se c'era una forte tensione fra tutti». «A Ginevra - ha concluso Francesco Cuomo - l'organizzazione è stata perfetta, tutti sono stati molto gentili e ci hanno messo a disposizione subito le linee telefoniche per avvisare i familiari».



AGGIORNAMENTO DELLE 8.37. Tutti i passeggeri del volo della Ethiopian Airlines dirottato questa mattina sullo scalo di Ginevra sono sani e salvi. Lo ha detto un portavoce dell'aeroporto ginevrino citato dall'agenzia di stampa svizzera Ats. Sempre secondo il portavoce. A bordo dell'aereo c'erano più di 200 persone. Il velivolo è atterrato nell'aeroporto di Cointrin alle ore 06:05.
La compagnia aerea etiope Ethiopian Airlines ha confermato questa mattina che il suo volo di linea ET-702 decollato da Addis Abeba alle 00:30 (ora locale) e diretto a Roma (dove sarebbe dovuto atterrare alle 04:40 ora locale) "è stato costretto a procedere verso l'aeroporto di Ginevra". Il velivolo è atterrato a Ginevra, si legge in un comunicato della Ethiopian Airlines e "tutti i passeggeri ed i membri dell'equipaggio sono sani e salvi nel'aeroporto di Ginevra". Secondo l'agenzia svizzera Ats il dirottamento è avvenuto mentro l'aereo sorvolava il Sudan.



All'aeroporto di Fiumicino, dalle 5,30 è stata aperta, come da procedura, la Sala Blu di Aeroporti di Roma ed è stata messa a disposizione delle persone che attendevano i passeggeri con il volo dell'Ethiopian. Secondo quanto si è appreso, tuttavia, pochi tra familiari e amici dei passeggeri si sono presentati nella saletta. Qualcuno però - si è appreso - sarebbe riuscito a parlare al telefono con i familiari a Ginevra.

IL DIROTTATORE VORREBBE ASILO POLITICO. Il dirottatore del volo Addis Abeba-Roma avrebbe chiesto asilo politico alla Svizzera. Lo riferisce l'agenzia elvetica Ats. Agli oltre 200 passeggeri è stato fornito sostegno medico e psicologico all'aeroporto mentre alcuni sono stati perquisiti ed interrogati, riferisce un portavoce aeroportuale.


RIAPRE SCALO GINEVRA DOPO CHIUSURA. L'aeroporto di Ginevra è stato riaperto dopo essere rimasto chiuso per il dirottamento dell'aereo Addis Abeba-Roma: secondo quanto si legge sul sito dello stesso scalo, i decolli e gli arrivi sono ripresi alle 8.45.


IL CONSOLE ITALIANO SUL POSTO. Il console italiano a Ginevra è in aeroporto per seguire da vicino la vicenda dell'aereo Addis Abeba-Roma atterrato nello scalo svizzero, dopo il dirottamento, con 200 persone a bordo tra le quali è presumibile vi siano molti italiani. L'Unità di crisi della Farnesina - si apprende dal ministero degli Esteri - ha seguito la vicenda fin dall'inizio, attraverso il console generale a Ginevra, rimanendo costantemente in contatto con le autorità a bordo.


ITALIANO A BORDO: "PENSAVO CHE IL COPILOTA FOSSE IMPAZZITO". «Pensavo che il copilota fosse impazzito, da quello che ho capito il pilota è stato chiuso fuori dalla cabina di pilotaggio mentre era andato in bagno. Il dirottamento è cominciato mentre eravamo ancora in Sudan. Poi mi sono reso conto di essere fuori dall'Italia riconoscendo le Alpi. Quando abbiamo iniziato a girare sopra Ginevra ci sono stati momenti di forte paura ». Queste le prime parole all'ANSA di Francesco Cuomo, 25 anni, uno dei passeggeri dell'aereo dirottato in Svizzera.


© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X