Martedì, 18 Settembre 2018

Gela, ladri di rame in azione al cimitero Farello: «Non possiamo lasciare fiori ai nostri cari»

I malviventi hanno fatto razzìa di vasi e lampade votive all’interno del camposanto. Rubati cavi elettrici in contrada Brucazzi

GELA. Area industriale in parte al buio. Vasi portafiori in rame spariti dalle lapidi del cimitero Farello. I furti di ferro e rame diventano sempre più gravi. Gli ultimi episodi sono stati denunciati sia dai cittadini che frequentano il cimitero di contrada Farello che dagli imprenditori che hanno le loro attività in contrada Brucazzi. Una vera ecatombe. E non è la prima volta che succede. Negli ultimi giorni i raid si sono moltiplicati. In un'area precisa del cimitero Farello sono spariti centinaia di vasi portafiori in rame. Al posto dei vasi sono rimasti i bulloni sulle lastre di marmo. Da mesi al cimitero sono in corso i lavori di costruzione di cappelle gentilizie e nuovi loculi. Quando però i cantieri chiudono e i cancelli del cimitero vengono bloccati l'area si svuota e i ladri possono entrare indisturbati, soprattutto con il calar della notte.


IL SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X