Mercoledì, 19 Settembre 2018

Procura di Palermo chiusa, Messineo incontrerà l'ordine dei giornalisti

PALERMO. Il procuratore di Palermo  Francesco Messineo incontrerà lunedì mattina il presidente  dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, Riccardo Arena, e il  segretario regionale dell'Associazione della Stampa, Alberto  Cicero. L'incontro, che Messineo ha subito accettato, era stato  chiesto da Arena e Cicero dopo la decisione del capo dell'  ufficio inquirente di chiudere, «allo scopo di tutelare meglio  la sicurezza dei magistrati e del personale che presta servizio  nel corridoio del secondo piano», una parte della Direzione  distrettuale antimafia.    Il presidente dell'Ordine e il segretario del sindacato  avevano espresso «piena condivisione per le esigenze di tutela  dei magistrati», ribadendo però «la necessità, per i  giornalisti, di accedere all'interno di tutti i settori della  Procura senza limitazioni di sorta, se non quelle connesse  all'iscrizione all'Ordine professionale».      I giornalisti - sottolineano oggi Arena e Cicero - non vanno  considerati «estranei» ma come professionisti dell'informazione,  che hanno necessità di andare in Procura, come gli avvocati e  gli appartenenti alle forze dell'ordine, «per motivi connessi  alla loro funzione». Una funzione che, esattamente come avviene  per i legali, ha dignità, rilevanza sociale e tutela  costituzionale.   «Torneremo dunque - concludono presidente e segretario di  Ordine e sindacato - a chiedere al procuratore di rivedere la  circolare, consentendo l'accesso ai giornalisti, previa  esibizione della tessera professionale per il riconoscimento da  parte del personale addetto alla vigilanza». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X