Lunedì, 19 Novembre 2018

Zaino in spalla come negli anni ’90 Rieccolo, ma in versione moderna

Comodo e capiente, è una valida alternativa alle maxi bag, anche se alcuni stilisti hanno optato per una via di mezzo con la borsa. Previsto il boom con la bella stagione

PALERMO. Al suono della parola zaino la mente è invasa dai ricordi degli anni passati tra i banchi di scuola, dei libri, del diario con le dediche e dell'Invicta o del Seven portato monospalla. Lo zaino si rinnova e torna ad essere protagonista della moda convincendo anche le più scettiche per la sua comodità e capienza. Si strizza l'occhio agli anni '90 con la tendenza che ha iniziato a diffondersi durante questo inverno e che sarà sulla spalla di tutte durante la primavera e l'estate 2014. I sogni e i segreti chiusi all'interno degli zainetti adesso lasciano il posto ad agende piene d'appuntamenti, rossetti e smartphone pronti ad essere portati in giro per la città. Lo zaino, rivisitato in chiave moderna, è una valida alternativa alle maxi bag e, per le indecise, alcuni stilisti hanno optato per una via di mezzo tra zaino e borsa che può essere portato sia a spalla che a braccio, per trasformare diversi look.
Tanti, tantissimi i tessuti e i modelli tra cui scegliere per un look sporty, elegante o strong. In tela, in cuoio, in pelle, in denim, e ancora con stampe, in tinta unita, con borchie e spille, lo zainetto accontenta proprio tutti i gusti. Un accessorio pratico per le numerose tasche e comodo per la schiena perché bilancia il peso e non si carica soltanto una spalla come spesso succede con le capienti borse da giorno.
Le passerelle lo hanno reso protagonista ed è bastato davvero poco per rispolverarlo dall'armadio e dargli nuova vita. Il vintage è tornato di moda e un backpack di Prada o Chanel è un vero must per la prossima primavera. «Lo zaino non deve essere rilegato al mondo sportivo - spiega Antonella Cusimano, titolare di Plata 19 a Palermo - ma è un accessorio da rivalutare. Il banco di prova sarà la Milano Fashion Week di febbraio, lì sapremo con sicurezza, grazie allo street style, se sarà lui il vero protagonista della bella stagione. Io ho puntato su uno zainetto bon ton, romantico, con fantasia a fiori. Un modello in linea con il mio negozio che sono sicura sarà apprezzato dalle ragazze di tendenza».
Karl Lagerfeld durante la sfilata primavera/estate 2014 di Chanel ha proposto il classico modello scolastico, segnando il ritorno dello zainetto e ripreso da tutti i brand. Dalle versioni più costose di Gucci e Vivienne Westwood a quelle low cost di Zara e Pull&Bear. Se pensate sia soltanto una tendenza passeggera vi sbagliate. Trussardi per l'autunno 2014 ha già portato in passerella l'uomo che non può rinunciare allo zaino, aprendo anche al mondo maschile uno spiraglio verso la comodità e il non dover più tenere chiavi e portafoglio in tasca oppure sperare in una maxi bag della propria fidanzata. «Sulla falsa riga dell'Eastpack - racconta Francesco Provito, titolare di Griffi Uomo a Palermo - sarà presente in negozio un nuovo zaino che sta spopolando tra gli amanti della moda firmato Supe Design. Estetica, stile, design accattivante, comodità grazie alle ampie tasche, blocchi di colore e fantasia sono le sue caratteristiche. Il brand giovanissimo è nato nel 2012 a Roppongi, quartiere più alla moda di Tokyo, ma l'azienda che produce e distribuisce il prodotto è italiana. Per l'uomo metropolitano che non rinuncia alla tendenza e si muove con libertà in città e in tutto il mondo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X