Martedì, 25 Settembre 2018

Riesi, cimitero nel degrado. Sopralluogo di La Rosa: detriti accanto alle tombe

Il consigliere comunale: «Molti cittadini oltre a segnalarmi le aree sporche, mi hanno invitato a sollecitare interventi per la ristrutturazione della camera mortuaria, inagibile da tempo»

RIESI. «Degrado e incuria al cimitero». Lo rileva il consigliere del gruppo di opposizione “Insieme per Riesi” Gaetano La Rosa, che ieri mattina ha effettuato un sopralluogo all’interno del sito, dopo essere stato sollecitato da numerosi cittadini indignati per le condizioni in cui versa il camposanto. In particolare il rappresentante dell’opposizione segnala la presenza di scarti edili nelle vicinanze di cappelle gentilizie ed in vari spazi dell’area nuova del cimitero. «Nel corso del sopralluogo mi sono accorto che alcune zone sono sporche – dice La Rosa -. Diverse aree e aiuole sono invase da mattonelle, pezzi di legno con chiodi, cumuli di detriti. Vere e proprie discariche di scarti edili che andrebbero rimosse. L’assessore al ramo deve essere più attento e vigilare per evitare che le ditte lascino rifiuti e scarti nelle adiacenze di cappelle gentilizie. Molti cittadini oltre a segnalarmi le aree sporche, mi hanno invitato a sollecitare interventi per la ristrutturazione della camera mortuaria, inagibile da tempo. Attualmente le salme vengono ospitate in locali angusti e non idonei ad accogliere i defunti. Esorto pertanto l’amministrazione a programmare i lavori necessari per rendere nuovamente agibile la camera mortuaria, che attualmente risulta anche incustodita a causa di finestre non accuratamente chiuse. Perlustrando il cimitero si notano anche vetrate rotte di loculi, panchine arrugginite, umidità nei loculi, alveari di api e cani randagi. Urge un piano per rendere il camposanto decoroso e privo di pericoli. Il cimitero che dovrebbe essere un giardino è diventato invece un mostro di cemento». Nonostante provvedimenti adottati in passato dall’amministrazione per contrastare il degrado ambientale nel cimitero creato anche da alcune imprese edili indisciplinate, si continuano a notare spazi invasi da detriti e scarti. «L’estate scorsa abbiamo vietato l’ingresso al camposanto alle ditte edili che non ripulivano – replica l’assessore ai Servizi cimiteriali Franco La Cagnina -. Se il provvedimento non è bastato chiuderemo il cimitero a tutte le imprese edili inadempienti ed applicheremo sanzioni. Mi sembra però inadeguato fare un sopralluogo al cimitero in una giornata di tempesta, quando è facile trovare fiori e bottiglie disseminati in strada, sportelli e vetrate danneggiate dal vento. Segnaleremo le vetrate rotte ai proprietari che provvederanno a rimuoverle e sostituirle con quelle nuove. Sinora non c’è stata nessuna lamentela all’ufficio da parte di persone sulla pulizia del cimitero. Abbiamo previsto interventi per rendere agibile la camera mortuaria. Presto sarà indetto un bando di gara per ristrutturare i locali. Prossimamente il personale selezionato per i cantieri di servizio provvederà ad effettuare interventi di manutenzione ed a verniciare le panchine per rendere più decoroso il cimitero».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X