Domenica, 18 Novembre 2018

Guida contromano in autostrada per 80 chilometri

È un domenicano di 27 anni con
problemi psichici, ma con regolare patente di guida in tasca, il
protagonista dell'incredibile viaggio contromano in Autostrada.
L'episodio comincia intorno alle 3 di notte: è in quel momento che una
pattuglia della polizia stradale in servizio sulla A7
Genova-Serravalle incrocia, tra Bolzaneto e Genova Ovest, un
veicolo che procede in senso contrario. L'auto della polizia
riesce a evitare lo scontro e dà l'allarme, segnalando l'Honda
Civic rossa. A Genova est viene istituito un posto di blocco con
due macchine di servizio in mezzo alle corsie, ma il domenica
accelera davanti ai lampeggianti e continua la sua folle corsa
contromano.
A Sestri Levante, dopo oltre 40 km altro posto di blocco, ma
anche questo va a vuoto, ma quell'auto che fortunatamente non ha
ancora provocato incidenti, va fermata ad ogni costo. Nella
corsa per fermare quel pericolo, sotto una pioggia battente,
l'auto di una pattuglia della stradale sbanda e finisce contro
il guard rail, illesi gli agenti. A Brugnato, dopo quasi 80 km
di corsa contromano, nuovo posto di blocco da parte di due
pattuglie: gli agenti chiedono aiuto a due autotrasportatori che
mettono i loro mezzi dietro le auto della polstrada. Davanti a
questo sbarramento l'uomo decide di fermare l'auto da cui esce
musica a tutto volume, l'uomo piange, non vuol scendere Agli
agenti dice che non si era accorto di essere contromano e dice
che stava scappando da mamma e zia e voleva andare a Milano per
prendere un aereo e tornare dal padre nel paese d'origine. Non è
ubriaco, vengono fatti esami per vedere se ha assunto
stupefacenti. È ricoverato all'ospedale della Spezia dopo un
trattamento sanitario obbligatorio.
I poliziotti scoprono che alcuni mesi fa l'uomo si è separato
e non ha superato quello shock: è in cura in un centro di igiene
mentale (video tratto da un servizio di TMNews).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X