Martedì, 18 Settembre 2018

Seus 118, marcia indietro sui tagli al personale

Al termine di una mattinata di proteste l’accordo tra l’azienda, i sindacati e l’assessore regionale Lucia Borsellino: stop ai contratti di solidarietà dall’1 febbraio

PALERMO. Gli operatori della Seus 118 possono tirare un sospiro di sollievo, almeno per il momento. Ieri mattina è stato raggiunto un accordo tra i vertici dell’azienda, i sindacati e l’assessore regionale alla Sanità, Lucia Borsellino, che scongiura già a partire dal primo febbraio gli esuberi del personale. E così non si dovrà fare ricorso ai contratti di solidarietà, un’ipotesi che era stata presa in considerazione subito dopo che il commissario dello Stato aveva impugnato e bocciato l’articolo della Finanziaria che autorizzava le convenzioni tra la Seus e le Asp per lo svolgimento di «servizi aggiuntivi».
Una decisione presa al termine di una mattinata calda, durante la quale centinaia di operatori del 118 hanno manifestato sotto gli uffici dell'azienda presso l'ex ospedale Guadagna, dove si è tenuto l'incontro, senza risparmiare cori, slogan e momenti di tensione.
UN APPROFONDIMENTO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X