Venerdì, 21 Settembre 2018

Pd, ticket Raciti-Spicola per la corsa alla segreteria regionale

Presentata la candidatura nell’ambito dell'accordo tra renziani, cuperliani e giovani turchi in vista delle primarie del 16 febbraio
Sicilia, Politica

PALERMO. Fausto Raciti e Mila Spicola è il ticket in corsa per la guida del Pd siciliano nell'ambito dell'accordo tra renziani, cuperliani e giovani turchi. L'uno accanto all'altra si sono presentati in conferenza stampa nella sede del Pd, a Palermo, per spiegare le ragioni del loro impegno e lanciare la sfida per le primarie del 16 febbraio, che saranno anticipate dalle convenzioni nei circoli con la parola agli iscritti.   
"Non mi sono auto-proposto ma mi è stata chiesta la disponibilità da varie anime del partito", ha detto Raciti, deputato nazionale e leader de giovani del Pd. "Il nostro obiettivo - ha aggiunto - è quello di riorganizzare un partito in evidente difficoltà". E a chi gli ha fatto notare la "strana alleanza" tra Davide Faraone e Vladimiro Crisafulli, ai ferri corti fino a pochi mesi fa, Raciti ha risposto: "Sono stato sempre piuttosto estraneo alle dinamiche interne e ai conflitti. Il problema non è Faraone, Crisafulli o Cracolici, ma c'è un fatto politico importante: diverse aree che a livello nazionale sono distanti qui si sono ritrovate, chiedendo la mia disponibilità, mi sembra un passo eccezionale e di rilievo". Quindi una stoccata all'uscente Giuseppe Lupo, suo avversario: "Doveva essere lui a guidare il percorso di ricostituzione unitaria partito e invece proprio s'è opposto: questo mi ha colpito molto".  
Il rapporto col governo Crocetta "è uno dei temi che ci ha spinto a scendere in campo con un progetto nuovo di rilancio del partito", dice Raciti. "La Sicilia rischia l'isolamento istituzionale e sociale - afferma Raciti - e noi siamo qui per aiutare la giunta Crocetta a ricostruire il rapporto con l'isola e le forze che gli hanno permesso di vincere, in un contesto complicato, dovuto all'elevato astensionismo e alla frammentazione del centrodestra: perché non dimentichiamoci che il Pd in Sicilia non ha la maggioranza dell'elettorato". Aggiunge Mila Spicola: "Lavoreremo insieme al presidente Crocetta, anche perché siamo alla canna del gas". E il rimpasto di governo non è il tema principale. "Le nomination degli assessori non ci riguardano, a noi interessa la condivisione del progetto - sottolinea Raciti - Fino ad ora questa condivisione è stata carente, sia per responsabilità della giunta sia per colpa del Pd, diviso, debole e caratterizzato da rivendicazioni senza progetto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X