Mercoledì, 19 Settembre 2018

Palermo, in bene confiscato nascerà una chiesa

PALERMO. Il Sindaco Leoluca Orlando, insieme con il Cardinale Paolo Romeo e l'Assessore al Bilancio Luciano Abbonato, ha ricevuto in consegna dal Prefetto Giuseppe Caruso, Direttore dell'Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati, un terreno espropriato alla mafia nel quartiere Uditore. Contestualmente il Sindaco Orlando ha assegnato il terreno al Parroco Salvatore Amato per la realizzazione della Chiesa di Sant'Alberto Magno. 
«La consegna di questo bene - ha commentato Orlando - conferma il positivo processo di assegnazione e di riutilizzazione dei beni confiscati alla mafia nella città di Palermo. Esprimo soddisfazione e gratitudine all'Agenzia dei beni confiscati, per aver contribuito finalmente alla definizione di una vicenda che risale al 2008».
«La nascita della chiesa di Sant'Alberto Magno - ha concluso il sindaco - rappresenta una risposta concreta alle istanze del quartiere Uditore».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X