Giovedì, 15 Novembre 2018

Fiori, colori e profumi nei balconi Come prepararli alla primavera

Il giardinaggio può essere un hobby low cost. Tutte queste specie, infatti, hanno un unico denominatore: il prezzo e un vasetto può costare dai 70 centesimi a 1,50 euro
Sicilia, Tempo libero

PALERMO. Archiviato il periodo delle festività natalizie è tempo di rinnovamento per i balconi di casa. Per averli colorati, profumati e quindi fioriti per l’arrivo della primavera è necessario giocare d’anticipo. I fioristi professionisti dell’associazione di Confcommercio indicano questo periodo come quello perfetto per preparare le piante alla bella stagione.
«Il giardinaggio è una passione che si porta nel cuore – afferma Giovanni Brancato, titolare di Atmosphere di via Francesco Crispi a Palermo – nonostante tutto, sempre più persone si avvicinano a questa bellissima attività».
La seconda metà di gennaio, infatti, è il periodo perfetto per travasare in vasi più grandi piantine primaverili come le panzè, le viole, la calendula, i narcisi, i giacinti, la primula, la ceneraria, l’erica, i garofanini, la skimmia, le crocus e i muscali. Tutte queste piantine, di origini diverse hanno un unico denominatore: il prezzo. Un vasetto può costare dai 70 centesimi fino all’euro e cinquanta centesimi. Ecco così che il giardinaggio diventa un hobby per tutte le tasche. «Bisogna imparare a rispettare i ritmi delle stagioni- commenta il presidente dell’associazione Fioristi di Confcommercio Gioacchino Vitale – oggi è tutto più confuso. Nello specifico queste piante devono essere travasate in vaschette anche di plastica a distanza di dieci centimetri per garantire alla pianta lo spazio necessario per crescere a svilupparsi».
Attenzione anche al terreno. «Non devono mancare mai l’azoto, il fosforo e il potassio – aggiunge Tommaso Cospolici- se però notiamo che i fiori perdono colore, o che non crescono bene è necessario aggiungere un concime. In commercio ce ne sono tantissimi. Io consiglio quello con il ferro. Un toccasana per le piante in fase di fioritura. Saranno più colorate e soprattutto profumate». Nel terriccio che proviene dalla campagna questi elementi per natura non mancano, soprattutto se il terreno non viene coltivato da tempo. Se invece la terra è stata acquistata nei sacchi e coltivata più volte, il concime è proprio necessario. È possibile acquistarlo in tutti i vivai o nei negozi di fiori.
Il formato più acquistato è quello liquido perché più economico e soprattutto più facile da dosare. «Se sono nutrite bene le piante sopravvivono anche allo smog cittadino - commenta Marianna Sampognaro del Club dei Fiori di corso Umberto I a Caccamo – le panzè ad esempio oltre ad essere delle bellissime piante sono anche molto resistenti alle intemperie e allo smog».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X