Mercoledì, 19 Settembre 2018

La passione per il tornio: ecco come diventare piccoli artisti

PALERMO. La terra, l'acqua, il fuoco, tre elementi tra loro diversi, ma che l'arte e la tecnica del ceramista unisce per sempre. Una tradizione, quella della ceramica, che in Sicilia nessuno vuole dimenticare, motivo per cui è possibile trovare facilmente laboratori, botteghe e, talvolta, vere e proprie fabbriche che propongono corsi e laboratori alle tipologie più disparate di pubblico.

«Non vi è un target preciso: - spiega Antonella Provenzano, ceramista palermitana - la passione e la creatività appartengono a tutti e quindi possono prendere parte anche tutte quelle persone che non hanno mai affondato le mani nell'argilla». Antonella Provenzano, in arte «Spiralfata», da cui prende il nome anche il suo piccolo laboratorio a Palermo, così come tutte le sue opere, organizza corsi della durata di cinque settimane (4 ore a settimana per un totale di 20) in collaborazione con l'associazione palermitana «Olab» di Marco Mineo, famoso ceramista e maestro della Provenzano. «Quello che proponiamo - spiega Antonella Provenzano - è un corso base, ma completo, perché racchiude tutte e tre le discipline primarie della ceramica, ovvero: lavorazione al tornio, modellato delle argille e decorazione su ceramica. Il costo del corso è di 150 euro e, ovviamente, tutto ciò che i corsisti creeranno, rimarrà di loro proprietà».

L'associazione Olab si trova nel cortile Zagarellai, traversa di via Alloro, a Palermo. Per l'iscrizione o per avere maggiori informazioni è possibile contattare la ceramista al numero 3208989272. Oppure, nella zona orientale della Sicilia, esattamente a Santo Stefano di Camastra, c'è il laboratorio «Njco ceramiche» di Nicola Mirenda, artigiano ceramista. Il laboratorio è fornito di forni, tornio, un'impastatrice, tornietti e attrezzature varie per la realizzazione di oggetti in ceramica o oggetti artigianali caratteristici della tradizione stefanense come la matrangela o le giare. «Agli ospiti - spiega Mirenda - è data la possibilità di poter manipolare l'argilla fino alla realizzazione del manufatto ceramico dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 17,30». Il programma è realizzabile in tre o sei giorni. Nel laboratorio di tre giorni è previsto: il primo giorno la visita del laboratorio e la manipolazione dell'argilla tramite tornio; la realizzazione della piastrella ricordo che consiste nel calco della mano utilizzando degli ossidi; nel secondo, è fatta la modellatura di un fiore o di un animaletto e la decorazione di un oggetto; nell'ultimo giorno è approfondita la modellatura, lo stampaggio e la foggiatura al tornio. «Il costo - continua il ceramista - è di 120 euro e il corsista può decidere a quale aspetto vuole dedicarsi maggiormente». Per tutte le informazioni è possibile contattare il numero 3200621772, i corsi si svolgono a giugno, luglio, agosto e settembre.

E. M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X