Venerdì, 21 Settembre 2018

Precari, pronte le direttive per i Comuni

Niente proroghe per 200 lavoratori dei Policlinici e un’ottantina di amministrativi della società ex Spo
Sicilia, Politica

PALERMO. Una direttiva ai Comuni per prorogare immediatamente i contratti dei precari: un provvedimento che servirà soprattutto da «sanatoria» per i problemi che possono nascere a causa del vuoto contrattuale delle ultime due settimane. Approvata la norma che definisce il percorso per i rinnovi triennali e le stabilizzazioni, l’assessorato al Lavoro sta già preparando i provvedimenti amministrativi per i Comuni. Sono infatti i sindaci a dover siglare i contratti dei 18.500 precari degli enti locali: la quota maggiore dei contrattisti salvati dalla legge. Mentre un cammino a parte avranno i 3.200 Pip, i 5.800 Asu e i 2.200 Lsu degli ospedali.
Il primo problema che le direttive dell’assessorato dovranno risolvere è quello della continuità contrattuale: «I contratti sono scaduti il 31 dicembre - spiega la dirigente Anna Rosa Corsello - ma vanno considerati prorogati dal primo gennaio. Non possiamo permetterci di avallare interruzioni, altrimenti non si potrebbe parlare di proroghe».
SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA LA VERSIONE INTEGRALE DELL’ARTICOLO

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X