Giovedì, 20 Settembre 2018

Immigrazione, Ministero revoca contratto per il centro di Lampedusa

LAMPEDUSA. L'amministratore unico di Nuova  Lampedusa Accoglienza, Roberto Di Maria ha deciso, di concerto  con Legacoop Sicilia, di rassegnare le proprie dimissioni dalla  Società «considerato che da parte del Ministero degli Interni -  dice - si è proceduto alla revoca del contratto di appalto».   Lampedusa accoglienza gestiva il Centro di accoglienza di  Lampedusa. Il ministro dell'Interno aveva annunciato la  rescissione del contratto dopo le immagini del Tg2 su alcuni  migranti sottoposti a trattamento antiscabbia.     Di Maria ha rimesso il proprio mandato all'Assemblea dei soci  oggi dopo la notifica, da parte della prefettura di Agrigento,  del preavviso di recesso unilaterale predisposto dal Ministero.  «Avevamo sperato fino all'ultimo che da parte del Ministero si  manifestasse la volontà di aprire un confronto tale da  predisporre di comune accordo un progetto di rilancio  dell'attività di accoglienza che tenesse conto anche dei limiti  e delle criticità precedenti», dice l'amministratore.     L'assemblea dei soci di Nuova Lampedusa Accoglienza ha  nominato nuovo amministratore unico Giovanni Ammendolia,  presidente della coop Azione Sociale con un passato di dirigente  sindacale della Cisl. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X