La finanziaria "si inceppa" su termine per emendamenti: nuovo esame sabato

PALERMO. Bilancio e Legge di stabilità  sono stati incardinati in aula nel corso della seduta di questo pomeriggio, presieduta dal vicepresidente dell'Ars Salvo Pogliese. La seduta, prevista inizialmente per stamane alle 12, era stata poi rinviata alle 15 ma è iniziata intorno alle 17. Ma i lavori si sono inceppati sulla scelta del termine per la presentazione degli emendamenti alla manovra economica.
Inizialmente la presidenza aveva indicato giovedì 2 gennaio alle ore 16, una data «troppo vicina» per l'opposizione. «Bisogna considerare - hanno detto diversi deputati - che la Finanziaria è una legge complessa e merita attenzione, appena due giorni per la presentazione degli emendamenti sono pochi, oltretutto se consideriamo che siamo a cavallo del Capodanno».   
Alla luce delle critiche della minoranza, Pogliese ha sospeso la seduta per convocare una conferenza dei capigruppo e discutere il percorso che dovrà adesso seguire la manovra economica in aula.


L'Ars tornerà ad esaminare Bilancio e legge di Stabilità sabato 4 gennaio 2014 alle 12, quando in aula saranno illustrate le relazioni di maggioranza e di minoranza e si inizierà l'esame dell'articolato.   
Dopo le resistenze dell'opposizione, il termine per gli emendamenti è stato spostato da giovedì 2 a venerdì 3 gennaio, alle 16.    «Il senso di responsabilità del Parlamento ha imposto un iter che non ha precedenti - ha detto il vicepresidente dell'Ars Salvo Pogliese, al termine dei lavori d'aula - ci sono tempi ristrettissimi ed scadenze importanti come quella della proroga dei precari, di fronte a noi abbiamo un percorso obbligato».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati