Terremoto, forte scossa in Molise e Campania

NAPOLI. Forte scossa di terremoto sentita sia in Molise che in Campania. La scossa è stata di magnitudo 4.9 secondo quanto si apprende all'Istituto nazionale di geofisica e Vulcanologia. Secondo le prime informazioni dei vigili del fuoco l'epicentro della forte scossa di terremoto avvertita alle 18.08 in tutta la Campania e in Molise sarebbe in provincia di Caserta, tra Castello e Piedimonte Matese, un'area prossima al Sannio da un lato e alla provincia di Isernia dall'altro. Il sisma è stato avvertito in tutta la regione.

Il sisma è stato avvertito in maniera netta e per diversi secondi anche nel Casertano e nel Salernitano. Notevole lo spavento con i muri e i lampadari che hanno ballato riportando la memoria indietro a quel 23 novembre del 1980. Presi d'assalto dalle chiamate i centralini dei Vigili del Fuoco. Gia' la notte scorsa, dopo le 2, l'Istituto di geofisica e Vulcanologia aveva localizzato un movimento tellurico magnitudo 2.6 e 2.4 al confine tra Irpinia e Sannio.

Molta gente è scesa in strada a Campobasso e Isernia. Grande paura ma non sembrano
esserci danni. Il sisma e' stato avvertito nettamente ai confini con l'Abruzzo e in particolar modo a Bojano vicino ai Monti del Matese. Secondo una prima ricostruzione sarebbero state due le scosse proprio al confine con la Campania. Il sisma é stato preceduto da un boato fortissimo, ed è
durato circa 15 secondi in due riprese. I centralini di Prefettura e Vigili del Fuoco sono stati presi d'assalto solo per il panico, ma non ci sono state comunicazioni di pericoli o guasti alle case.

La scorsa settimana in Molise si erano avvertite altre 5 scosse con epicentro nei comuni del sisma del 2002, quella piu' forte si era verificata nel primo pomeriggio del 20 dicembre con intensità di 3,8.
Al momento dalle province colpite dalla scossa di terremoto di magnitudo 4.9 non sono arrivate
richieste di intervento. Lo si apprende dal comando generale dei Vigili del Fuoco. Decine invece le richieste di informazioni e qualche richiesta di verifica, dalla Provincia di Caserta, di verifica per le crepe sui muri. I comuni entro 10 chilometri dall'epicentro sono Castello del Matese, Gioia Sannitica, Piedimonte Matese, San Gregorio Matese, San Potito Sannitico, in provincia di Caserta, e Cusano Mutri, in provincia di Benevento.

"Stiamo contattando sindaci e autorità. Al momento nessuno ci ha segnalato situazioni di
criticità". Lo ha detto all'ANSA il direttore dell'agenzia regionale della protezione civile (Arpc) Alberta De Lisio. "Abbiamo predisposto alcune squadre - ha aggiunto - per effettuare sopralluoghi nei comuni dove il sisma è stato avvertito in maniera più forte". "Stiamo facendo tutte le verifiche necessarie. Al momento abbiamo notizia di qualche calcinaccio caduto, così in una chiesa di Bojano. Ma la situazione è sotto controllo". Il governatore del Molise Paolo Frattura sta monitorando la situazione dopo il terremoto di questa sera: è in stretto e continuo contatto con la struttura della Protezione Civile regionale. "Le scosse sono state tre - spiega - e sono in corso accertamenti per capire se ci siano stati danni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati