"Sugar", rivive a teatro il mito di Marylin Monroe

Il mito immortale di Marylin Monroe
rivive nella divertente commedia "A qualcuno piace caldo" di
Billy Wilder con Justine Mattera protagonista del musical
"Sugar", in programma il 28 gennaio al teatro Splendor di Aosta
nell'ambito della "Saison culturelle". Lo spettacolo è l'adattamento italiano firmato da Michele
Renzulli per la regia di Federico Bellone, del musical di
Broadway del 1972 tratto dalla celebre pellicola del 1959 resa
immortale dall'interpretazione di Marylin e di due "mostri
sacri" del cinema come Jack Lemmon e Tony Curtis (i cui ruoli
nella versione italiana sono interpretati da Christian Ginepro e
Pietro Pignatelli).
La storia è ambientata a Chicago nel 1929: Joe e Jerry,
musicisti jazz squattrinati, un giorno assistono casualmente
alla strage di San Valentino, in cui gli uomini di Al Capone,
comandati da Ghette, fanno una carneficina. Per nascondersi i
due amici si inseriscono in una piccola orchestra tutta
femminile diretta a Miami. I due fanno subito amicizia con la
splendida cantante del gruppo che confida loro l'intenzione di
trovarsi un miliardario in California e di sposarselo. Per
Josephine e Daphne, i nuovi nomi dei due musicisti "en
travesti", sarà l'inizio di un'esilarante serie di equivoci.
In questo vorticoso succedersi di momenti comici e drammatici
c'è ovviamente grande spazio per le canzoni (tra cui la celebre
"I want to be loved by you") e per le coreografie con un gruppo
di ballerine, sulle note della musica dei ruggenti anni '20.

© Riproduzione riservata