Manovra, da Sciacca a Portopalo: soldi anche per i Comuni siciliani

Sicilia, Politica

PALERMO. Sì della Camera, con 340 sì e 155 no, alla fiducia al governo sul cosiddetto decreto Salva Roma, che in realtà, oltre a rimettere in sesto il bilancio della Capitale, è divenuto il contenitore di misure di ogni tipo, e soprattutto è al centro delle polemiche per la vicenda degli affitti d'oro della Camera. Come si legge nell’articolo di Renato Giglio Cacioppo sul Giornale di Sicilia in edicola, ,la norma che neutralizzava la revocabilità delle locazioni della pubblica amministrazione è stata eliminata infatti dal decreto, ma reinserita nella legge di Stabilità.
Fondi per i Comuni siciliani. Il decreto contiene finanziamenti a pioggia per una miriade di Comuni siciliani. Tra questi, un milione per il restauro del palazzo municipale di Sciacca e 500mila euro per la torre corsara di Portopalo. Fuori dalla Sicilia mezzo milione per il Comune di Pietrelcina, paese di Padre Pio.
Isole minori. Viene data ai Comuni delle isole minori la possibilità di istituire, in alternativa all'imposta di soggiorno, un'imposta di sbarco. Il tetto viene innalzato inoltre da 2,50 euro a 5 euro. Può essere destinata a interventi in materia di polizia locale e sicurezza, di mobilità e viabilità, di raccolta e smaltimento dei rifiuti.
Tassa sui vulcani. Arriva la tassa per visitare i vulcani nelle isole minori con un emendamento approvato già al Senato. La tassa può arrivare fino a 5 euro.
TUTTE LE ALTRE MISURE NELL’APPROFONDIMENTO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati