Formazione, accolta la sospensiva di 22 enti contro la Regione

PALERMO. I giudici del Tar di Palermo hanno accolto la richiesta di sospensiva presentata da 22 enti di formazione professionale e due associazioni, l'Asef e l'Anfop assistiti dall'avvocato Carlo Comandè, contro le norme contenute nel decreto assessoriale del 23 luglio scorso nel quale, fra le altre cose, si inibiva l'accreditamento a quegli enti che avessero in corso «liti» e contenziosi con l'amministrazione regionale.


La decisione del Tar «giudica» legittimi alcuni importanti rilievi e rinvia alla trattazione di merito fissando l'udienza all'ottobre del 2014. Ma nell'ordinanza della seconda sezione del Tar di Palermo si legge un importante elemento di accoglimento del ricorso per la parte del decreto assessoriale contenuto al punto A.10 in cui si «prevede l'assenza di liti e/o contenziosi pendenti con l'Amministrazione come requisito di ammissibilità all'accreditamento ed il cui possesso impedisce il completamento delle procedure di adeguamento e rilascio dell'accreditamento estendendo la sospensione anche all'articolo
11 che prevede la revoca dell'accreditamento in caso di esistenza di liti pendenti e/o contenziosi con l'Amministrazione» .


I giudici amministrativi che già il 5 dicembre scorso si erano espressi sul punto, confermanolegittimi i motivi della contestazione accogliendo la richiesta di sospensiva "dell'allegato 1, punto A10 e dell'art.11" sulla revoca sospendendo di fatto gli effetti di legge del decretonelle parti contestate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati