Sicilia, Archivio

Caltanissetta, al mercatino piove sul bagnato: gli ambulanti via dopo poche ore

CALTANISSETTA. Anche il tempo si accanisce contro il mercatino settimanale ormai con il fiato corto. La crisi che ormai non risparmia alcun comparto si è abbattuta sulla rassegna del sabato determinando così l'allontanamento - ormai crescente - di tantissimi operatori commerciali. «Dobbiamo capire perché e in tempi rapidissimi - ha dichiarato il presidente di Confesercenti Lillo Randazzo - gli ambulanti snobbano la piazza nissena e individuare subito i rimedi per fermare questa emorragia». Ieri, però, nel sabato che precede il Natale quello dove tradizionalmente si lavora di più il maltempo ha giocato un ruolo...importante. A metà mattinata pioggia e vento e con un calo considerevole di di visitatori scoraggiati dal maltempo, hanno indotto gli operatori a chiedere anzitempo i battenti. Il mercatino è rimasto aperto solo poche ore, mossa che ha preso in contropiede persino i tanti extracomunitari appostati davanti al Palacannizzaro e negli spazi limitrofi pronti a chiedere - ovviamente non autorizzati - il "ticket" a chi posteggiava. Una edizione dunque da dimenticare, ieri forse è stata la peggiore degli ultimi mesi con espositori e visitatori messi in fuga dalla pioggia. Resta, però, il problema di fondo legato al rilancio di una rassegna fino a pochi anni addietro punto di riferimento per migliaia di famiglie nissene. Sia le organizzazioni di categoria che gli stessi operatori hanno chiesto ripetutamente di procedere ad una diversa allocazione, sfruttando sia l'area antistante il Palacannizzaro sia la strada che costeggia lo stadio "Tomaselli" e il piazzale dell'impianto adibito parzialmente a parcheggio. «Non c'è più tempo da perdere - ha dichiarato Randazzo - il mercatino ha perso abbondantemente terreno e anche prestigio e non esercita più il fascino di un tempo sugli operatori del settore. Occorre una vigorosa quanto repentina inversione». Per un mercatino (quello del sabato) in grossissime difficoltà un altro (quello del lunedì) che invece sta conoscendo un insperato rilancio. Il trasferimento da via Niscemi ad un'area attrezzata del ponte Bloj, attuato dallo scorso lunedì è piaciuto agli espositori, in tutta una ventina, ed anche ai consumatori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati