Ars, sì a un “salvagente” per gli 85 dipendenti dei gruppi

Sicilia, Politica

PALERMO. Non è una stabilizzazione ma una corsia preferenziale riservata al 'bacino' degli 85 lavoratori quanto stabilito dall'ordine del giorno approvato dall'Assemblea con 52 voti a favore e 9 astenuti. Si tratta del personale definito 'stabilizzato', alcuni lavorano all'Ars da vent'anni, che a partire dalla prossima legislatura sarà un po' più precario.  Con il voto di oggi l'aula invita il Consiglio di Presidenza ad approvare una delibera con la quale, in vista della prossima legislatura, si indica ai gruppi parlamentari di "scegliere prioritariamente" il personale di questo bacino per il supporto all'attività parlamentare.    
"Sia chiaro, non stiamo stabilizzando nessuno - ha precisato il presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone - e specifico che questo personale è inquadrato con un trattamento economico che rientra pienamente nei parametri indicati dal decreto Monti". Durante i lavori sono interventi deputati di tutti i gruppi parlamentari, mentre i cinquestelle hanno motivato la propria astensione perché non rappresentati nel Consiglio di presidenza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati