Salvi i precari siciliani, accordo a Roma sulle deroghe

PALERMO. Quattro deroghe in appena 15 righe: eccolo, presentato sotto forma di emendamento alla legge di Stabilità, il paracadute per circa 25 mila precari degli enti locali siciliani. Permetterà ai sindaci di sfuggire alla tagliola del patto di stabilità. Sul testo c’è un accordo trasversale che si muove sulle gambe del Nuovo Centrodestra, passa dal Pd e coinvolge i governi nazionale e regionale. E c’è, soprattutto, il timbro della Ragioneria generale dello Stato. Entro fine settimana previso il sì della Camera.
L’emendamento salva-precari è stato formalmente presentato dal governo nazionale. È il ministero della Funzione pubblica, guidato dal messinese Gianpiero D’Alia, a garantire l’accordo. Che in realtà è molto ampio e mette in luce per la prima volta la collaborazione annunciata sui media fra Crocetta e il Nuovo Centrodestra.Alla stesura della norma ha collaborato Anna Rosa Corsello dirigente regionale fra le più ascoltate a Palazzo d’Orleans.



ARRIVA IL SUBEMENDAMENTO DEL PD. Senza una deroga al comma 9 dell'articolo 4 del decreto D'Alia la proroga dei contratti dei precari della pubblica amministrazione in alcuni comuni della Sicilia potrebbe essere a rischio. Per questo i parlamentari del PD Angelo Capodicasa e Maria Iacono hanno presentato un subemendamento al testo del governo Letta, che fa slittare al 31 dicembre 2014 il termine (che il decreto 101 fissava al 31 dicembre di quest'anno), per procedere "alla ricognizione dei comuni in grado di stabilizzare e comporre le liste regionali dei precari, consentendo anche la proroga dei contratti ai precari dei comuni che, avendo sforato il patto di stabilità, non sarebbero nelle condizioni di farlo. "Abbiamo presentato un subemendamento - dice il deputato del Pd Angelo Capodicasa e componente della Commissione Bilancio della Camera - per chiedere una deroga al comma 9 dell'articolo 4 del decreto 101, che impedisce ai comuni di prorogare i contratti a termine in misura maggiore rispetto ai posti disponibili in pianta organica". Il testo sarà oggetto di discussione in commissione Bilancio alla Camera nella riunione in programma questo pomeriggio.


LA COMMISSIONE BILANCIO: “IMPROPONIBILE MANCA COPERTURA FINANZIARIA”. Il presidente della Commissione Bilancio della Camera, Francesco Boccia, ha dichiarato "Improponibile per carenza di compensanzione", ossia assenza di copertura finanziaria, il subemendamento, presentato dai parlamentari del Pd Angelo Capodicasa e Maria Iacono, che riguarda i precari degli enti locali. Ne dà notizia Capodicasa. I lavori della commissione sono in corso e si lavora per trovare una soluzione.




© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati