Sicilia, Archivio

Caltanissetta, codici bianchi al Sant'Elia: ecco l’ambulatorio

CALTANISSETTA. Sarà attivato a partire da domani, accanto alle sale mediche del pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia, l’Ambulatorio Codici Bianchi, in attesa che venga approntato il Punto di Primo Intervento nei locali dell’ex Cup. Referente dell’ambulatorio, che sarà attivo tutti i giorni dal lunedì alla domenica dalle 8 alle 20, sarà la dottoressa Savia Racalbuto. Altri tre medici del “territorio” hanno dato la loro disponibilità per ricoprire questo incarico: Daniela Valenza, Annamaria Schillaci e Lucrezia Nanfano. Nei locali dell’Ambulatorio Codici Bianchi avranno accesso tutti coloro che arrivano in ospedale con patologie lievi (dalle dermatiti alle coliti, dalle distorsioni ai lievi stati d’ansia) che non hanno bisogno di essere trattate in urgenza. Un provvedimento voluto dal commissario straordinario Vittorio Virgilio e attuato dal direttore di presidio Raffaele Elia in modo da alleggerire il carico di lavoro del pronto soccorso ormai sommerso dall’utenza proveniente da tre province che spesso arriva, appunto, in codice bianco. “Cercheremo così – ha dichiarato Raffale Elia - di smaltire quanto più possibile le lunghe attese al pronto soccorso. Insieme alla direzione generale siamo riusciti in quattro e quattr’otto ad accelerare i tempi istituendo questo servizio con quattro medici che si alterneranno mattina e pomeriggio, tutti i giorni, per far fronte alle esigenze dell’utenza. Per quanto riguarda il Ppi, che sarà allocato nei locali dell’ex Cup, stiamo attendendo semplicemente che arrivino la lettiga e l’armadietto farmaceutico”. Resta invece il problema del personale in pronto soccorso dove, secondo quanto affermato qualche settimana fa dal commissario straordinario Vittorio Virgilio, presto, normativa regionale e nazionale permettendo, si dovrebbe procedere all’assunzione di un’altra unità. Per quanto riguarda gli infermieri, invece, la direzione generale resta in attesa di risposta alla propria nota inviata all’assessorato regionale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati