La Regione: case abusive ai senzatetto

PALERMO. In Sicilia le case abusive  sequestrate potrebbero presto essere destinate ad alloggi  popolari o a ospitare comunità di senzatetto. Lo prevede una  norma della legge di stabilità approvata dalla giunta di Rosario  Crocetta.  A volere la norma è stato proprio il governatore che parla di  «misura di buon senso» e certamente «non di una sanatoria». Con  questa disposizione, aggiunge Crocetta, «riusciamo a ottenere  più risultati: dare aiuto a chi realmente si trova in uno stato  di bisogno, risanare il territorio dagli abusi e fornire un  deterrente contro i palazzinari».     La norma non riguarderà le case o le ville abusive fuorilegge  realizzate in prossimità delle cose, ma quegli alloggi  sequestrati che i comuni potranno acquisire al proprio  patrimonio per poi decidere come utilizzarle. «Saranno i comuni  a valutare se destinarli a fini sociali o demolirle: non ci  saranno più alibi», afferma Crocetta. «Si tratta di un vero  intervento anti-abusivismo - prosegue il governatore - un  deterrente contro i palazzinari, che ci penseranno a fondo prima  di costruire abusivamente».      La Regione ha già avviato una mappatura di questi alloggi.  «Lo stiamo facendo in collaborazione con i comuni - spiega  l'assessore al Territorio, Mariella Lo Bello - Aspettiamo di  acquisire i dati». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati