Formazione, Codacons: "Class action contro la Regione"

PALERMO. «È scandaloso che migliaia  di  famiglie  di lavoratori della formazione siciliana siano   private della propria dignità e condannate alla fame». Lo  afferma sul settore della Formazione professionale il segretario  nazionale del Codacons, Francesco Tanasi, annunciando di essere  pronto ad avviare una class action nei confronti della Regione.   Secondo Tanasi, il governo Crocetta si «sta dimostrando  incapace di dare risposte a migliaia di famiglie siciliane  creando una situazione di allarme sociale che non bisogna  trascurare». «C'è il serio pericolo - sottolinea il segretario  del Codacons - che la criminalità organizzata approfitti dello  stato di bisogno in cui si trovano i lavoratori della formazione  per reclutare i più deboli utilizzandoli per il loro sporchi  affari. È un dato di fatto che da un  anno i lavoratori della  formazione non percepiscono lo stipendio nel totale silenzio  delle forze politiche e di governo».  Il Codacons, annuncia  Tanasi, è «pronto a intraprendere  azioni di lotta per riportare la legalità e la giustizia nei  loro confronti». E per questo, aggiunge, l'associazione di  consumatore è pronta a «una class action ed altre azioni  clamorose e disponibile a manifestazioni contro chi consente che  onesti lavoratori non siano giustamente retribuiti». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati