Esercitazione al Falcone-Borsellino, scalo fermo per due ore

PALERMO.  Giovedì prossimo, dalle 14,15 alle 16,15, sarà sospesa l'operatività dell'aeroporto di Palermo Falcone Borsellino per un'esercitazione sulle procedure del Piano Emergenza Terminal. Il test periodico è previsto dalle norme di settore.

L'obiettivo è quello di verificare e migliorare le procedure di sicurezza e il grado di preparazione e di coordinamento dei vari operatori coinvolti: Gesap, vigili del fuoco, polizia, croce rossa, carabinieri, guardia di finanza, Enac, Enav, 118, corpo forestale, capitaneria di porto, operatori e società dei servizi di assistenza aeroportuali, vigili urbani di Cinisi. Sarà simulata una condizione di emergenza a causa dell'incidente di un piccolo velivolo con a bordo 40 passeggeri (comparse) che, in fase di atterraggio, ha subito la rottura del carrello e il fuori pista. Scatteranno tutte le procedure previste, compresa la mobilitazione dei natanti e di tutti gli enti che dovranno fronteggiare le conseguenze dell'incidente: 25 illesi, 10 feriti lievi, 5 feriti gravi e 5 critici.

Nel corso della giornata, la Gesap, la società di gestione dell'aeroporto, si adopererà per diminuire i possibili disagi all'utenza pur considerando che la Esercitazione viene svolta per garantire ai passeggeri standard costanti di safety e di efficienza elevati nell'Aeroporto di Palermo. Per evitare situazioni di allarme e disorientamento tra i passeggeri in transito dall'aeroporto durante l'esercitazione, la società ha previsto una serie di annunci sonori.

I passeggeri che dovessero avere voli in coincidenza nella fascia oraria interessata dall'esercitazione dovranno contattare le compagnie aeree per ottenere le informazioni sull'operatività e gli orari del proprio volo. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati