Sicilia, Tempo libero

Gli stilisti celebrano Palermo: e Villa Igiea ispira un abito da sposa

Lo storico albergo della catena Hilton fa da sfondo alla creazione dell’attrice e modella Anita Sorano che sarà presentato al pubblico il 15 dicembre

PALERMO. Uno dei luoghi storici di Palermo, il Grand Hotel Villa Igiea è stato fonte di ispirazione per un abito da sposa, ideato dall’attrice e modella Anita Sorano che sarà presentato al pubblico il prossimo 15 dicembre, durante l’evento «Le nozze di Villa Igiea».
Un set allestito per coppie di sposi lungo i saloni affrescati della struttura inaugurata nel 1900, in piena Belle Epoque, e voluta dal principe dell’imprenditoria siciliana Ignazio Florio. Progettata dall’architetto Filippo Ernesto Basile, interprete dello stile Liberty ha mobili e boiseries, disegnate dallo stesso Basile e commissionate al mobilificio Ducrot, la fabbrica che curava l’arredamento dei transatlantici più lussuosi dell’epoca e nella sala da pranzo, oggi sala Basile, gli affreschi del pittore Ettore De Maria Bergler, un esempio insuperato di decorazione floreale.
«Questo contesto sontuoso - ha affermato la Sorano, diplomata al teatro Biondo Stabile di Palermo, che oggi ha assunto la direzione artistica della struttura - mi hanno fatto pensare ad un abito sinuoso, classico ed elegante, in linea con l'atmosfera di Villa Igiea e leggero per essere accarezzato dalla brezza del mare del golfo di Palermo, che fa da scenario naturale a questo luogo in cui molti giovani amori hanno iniziato la propria vita insieme. Creare un abito da un pezzo di stoffa - ha concluso - è come mettere su un’opera a teatro che è una modella ad interpretare. Ci vuole creatività e fantasia, senza perdere di vista l’emozione che si trasmette allo spettatore».
«La sua interpretazione della moda che si fonde con l’arte, la tradizione e la cultura è straordinariamente illuminante» ha commentato Vito Giglio, direttore del Grand Hotel che ospiterà la presentazione dell’abito Villa Igiea. Realizzato in chiffon di pura seta italiana, con un corpino in pizzo francese chantilly, impreziosito in vita da una cintura di cristalli ricamati al telaio, il capo è stato cucito rigorosamente a mano dall’atelier della stilista Loredana Lombardo.
Il momento moda sarà accompagnato anche dalle proposte dello stilista siciliano Ignazio Bissoli e dalle collezioni di Laros uomo. L’abito Villa Igiea sarà accompagnato dal bouquet realizzato da Salvo Manno, designer floreale: «Sarà semplice ma allo stesso tempo sofisticato, abbinando l’eleganza ed il fascino del vestito con gli odori e i colori di questa stagione, il bianco candido della rosa, dei fiori di lillà e del tulipano e come nota di colore la protea, con le sue tonalità dal rosso al rosa come i fiori della sala Basile, e accompagnato a bacche di Ilex e ciuffi di abete pettinato, dal profumo antico».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati