VOCI DALLE CITTA'

Pubblichiamo in questa rubrica il contenuto degli sms e delle mail inviati alla nostra radio per la trasmissione Ditelo a Rgs. Scrivi sms al 335.8783600 o mail all’indirizzo ditelo@gds.it

POSTE
Alle Poste italiane conoscono la cura del cliente? Il dubbio mi è venuto sabato 30 novembre, quando mia moglie è andata nella filiale di via Pergusa, nel quartiere Altarello, per aggiornare i dati personali nell’archivio delle Poste, così come richiesto dall’azienda, con una lettera. Non l’avesse mai fatto! È caduta in un buco nero di lentezze e inefficienze che sembrano fatte apposta per convincere la gente a desistere.
STANISLAO LAURICINA
Sui disagi alle poste vedi pagina 25 del Giornale di Sicilia in edicola, edizione Palermo

ILLUMINAZIONE
Da oltre due mesi in via Vicinale Carmine e Antonio Vian si è totalmente al buio, questa situazione allarma fortemente gli abitanti della zona soprattutto le persone anziane che in virtù degli ultimi fatti di microcriminalità avvenuti temono aggressioni durante le ore serali e notturne.
GIUSEPPE GUARESI

SANITÀ
Mando questo sms per l’indecenza che stanno subendo i pazienti di Oculistica al Policlinico che hanno bisogno di punture urgenti nell’occhio e la sala operatoria è chiusa.
SMS FIRMATO
Sui problemi di sanità vedi pagina 25 del Giornale di Sicilia in edicola, edizione Palermo

POTATURE
In via Filippo Parlatore, entro l’area del liceo classico Umberto I ci sono due pini secolari che non vengono potati da anni: uno in prossimità dell’ingresso principale e l’altro a stretto contatto con l’ingresso dell’oratorio della chiesa di Santa Teresa del Bambino Gesù. I loro lunghi e possenti rami incombono pericolosamente sugli utenti della strada, sui passanti, sugli studenti e sui bambini che frequentano il catechismo o giocano a calcio presso l'oratorio.
SALVO CASSARÀ

SCUOLA
Oltre alle strutture scolastiche che non sono a norma, i bambini devono stare al freddo perché i riscaldamenti non funzionano e, se in una scuola si deve fare una derattizzazione, la Rap non può garantire il proprio lavoro dopo i quattrocento interventi perché l'amministrazione comunale non paga altri interventi. È una vergogna, i servizi devono funzionare sempre.
SMS FIRMATO
Sulle scuole vedi pagina 26 del Giornale di Sicilia in edicola, edizione Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati