Irap, acconto Iva e imposta sulla casa Parte la maratona fiscale di fine anno

Girandola di scadenze per i contribuenti: prima delle feste natalizie il pagamento di Imu e Tobin tax, poi debutteranno anche Tari e Tasi

PALERMO. Più che con i parenti, i principali appuntamenti che gli italiani avranno in questo periodo di feste saranno probabilmente col Fisco. La fine dell'anno e l'inizio del 2014, infatti, sono dense di appuntamenti e scadenze. Una girandola di appuntamenti che vede anche il debutto di nuove imposte come Tari e Tasi.


2 dicembre: Imu e cedolare secca. Si è partiti già dalla giornata di ieri con le rate per chi ha diluito i pagamenti. Entro ieri, inoltre, andavano pagati anche l'acconto Irpef dalle persone fisiche non titolari di partite Iva e le persone fisiche che partecipano a associazioni o imprese soggette agli studi di settore, in pratica i commercianti. La scadenza del 2 dicembre riguarda anche chi ha affittato casa con la cedolare secca. Alla cassa anche artigiani e commercianti, agenti e rappresentanti di commercio che devono versare l'acconto Irap 2013. Scadenza anche per chi si avvale del regime agevolato per l'imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità. Per chi ha perso l'appuntamento con la scadenza, c'è sempre la possibilità di pagare in ritardo di un mese, approfittando del ravvedimento operoso, con sanzioni ridottissime.


10 dicembre: mega-acconto Copri-Imu. Tra una settimana, entro il 10 dicembre, sarà la volta del mega-acconto copri-Imu. Stiamo parlando dell'imposta che doveva essere pagata a fine novembre. La data poi è stata prorogata di qualche giorno visto il cambio delle carte in tavola per la cancellazione della seconda rata Imu. Banche e assicurazioni dovranno pagare un acconto del 130% per Ires e Irap. Le altre imprese il 101,5%.


16 dicembre: Imu e Tobin Tax. Prima di Natale a bussare alla porta degli italiani saranno, invece, Imu e Tobin tax. Il saldo si dovrà pagare entro il 16 dicembre per tutte le seconde case, i capannoni e gli immobili strumentali. Com'è successo per la rata di giugno, dovranno pagare anche le prime case di lusso, le ville e le abitazioni storiche (come i castelli). Lo stesso lunedì andrà versata l'imposta sulle transazioni finanziarie, la Tobin Tax.


27 dicembre: acconto Iva. Il 27 dicembre appuntamento con l'acconto Iva. In questo caso artigiani e commercianti, agenti e rappresentanti di commercio, lavoratori autonomi, professionisti con partita Iva, società di persone e semplici, SpA, Srl, Coop, istituti di credito e altri intermediari finanziari sono tutti chiamati a versare l'acconto Iva per il 2013. Secondo indiscrezioni, l'acconto potrebbe aumentare per coprire la cosiddetta "mini-Imu" sulle prime case nei Comuni che hanno aumentato l'aliquota rispetto allo scorso anno.


29 dicembre: dichiarazione 2013. Il termine ultimo per presentare la dichiarazione 2013 è fissato per il 29 dicembre, dopo la proroga arrivata un paio di mesi fa, dato che la prima scadenza sul calendario era stata fissata per lo scorso 30 settembre. Oltre il 29 dicembre la dichiarazione si considera omessa e il Fisco può determinare il reddito in maniera induttiva.


16 gennaio: debuttano Tasi e Tari. Col nuovo anno ecco il debutto di Tasi e Tari e il contribuente dovrà recarsi allo sportello per la Mini-Imu. Il 16 gennaio potremmo definirlo come il giorno della casa. Entro la metà del mese, infatti, i proprietari dovranno pagare per la prima volta la nuova versione di tassa sulla casa, la Iuc, con la Tasi sui servizi indivisibili e la Tari sui rifiuti. Allo stesso tempo, i cittadini dei Comuni che hanno alzato l'aliquota nel corso del 2013 dovranno anche versare il 40% del differenziale rispetto al 2012 sulla seconda rata Imu.


31 gennaio: canone Rai e bollo auto. A chiudere questi due messi fitti di impegni con le tasse è la scadenza del 31 gennaio, dedicata al pagamento del canone Rai di 113,50 euro e anche al bollo auto per tutti coloro la cui scadenza coincide con l'anno solare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati