Tarsu e Imu, nessun aumento per i cittadini di Gela

GELA. È il prossimo 16 dicembre la data stabilita per il pagamento del saldo della Tassa sui rifiuti e per la seconda rata Imu. Nessun aumento previsto per i cittadini gelesi, al contrario della gran parte dei comuni italiani, grazie alla decisione dell’Amministrazione di Gela di mantenere il regime della Tarsu, con gli stessi criteri per la determinazione dei costi del servizio e le stesse tariffe dell’anno passato, anziché passare alla Tares.

“Abbiamo voluto mantenere inalterate le tariffe già in vigore nel 2012, evitando il passaggio alla Tares, che inevitabilmente avrebbe comportato un aumento dell’imposizione”, ha detto il sindaco Angelo Fasulo. ”Siamo riusciti a garantire i servizi e a mantenere un regime fiscale tra i più bassi in Italia”.

La terza ed ultima rata da versare entro il prossimo 16 dicembre sarà determinata dunque sulla base degli importi a saldo a titolo di Tarsu, a cui verrà aggiunta la maggiorazione standard prevista dallo Stato di 30 centesimi di euro per metro quadro.

Per agevolare le operazioni di versamento, nei prossimi giorni arriveranno a casa di ogni contribuente degli avvisi di cortesia, nei quali si daranno tutte le informazioni necessarie sulle modalità di pagamento e sugli importi da versare, sia a titolo di saldo della Tarsu alle casse comunali, sia per la maggiorazione standard che andrà interamente allo Stato. In allegato verrà predisposto un modello F24 semplificato precompilato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati