Sicilia, Qui Palermo

Belotti show, cade il muro del Novara

PALERMO. Andrea Belotti abbatte il muro del Novara. Il gol della vittoria del Palermo è arrivato solo al 91’, ma è stata una delle partite in cui i rosa hanno creato di più. Insomma, sarebbe stato davvero ingiusto vedere oggi il Palermo uscire dal campo con un solo punto. Per far sì che questa partita non diventasse un altro rimpianto c’ha pensato Andrea Belotti. Le sue due perle regalano il successo ai rosa che tornano a vincere dopo essere inciampati sul Latina. Questo ragazzo si sta conquistando ogni partita di più un posto da protagonista in questa squadra e non solo per i gol. Lotta, dialoga, fa sempre la cosa giusta e semplice e poi inventa gol incredibili. Con Lafferty prima e Hernandez dopo fa sempre la differenza. Toglierlo dal campo a questo punto è praticamente impossibile. I tre punti col Novara poi assumono un significato ancora più importante se si vanno a vedere i risultati delle altre che gravitano nelle zone alte della classifica. Delle prime cinque, infatti, vince solo il Palermo. E, in virtù del pareggio dell’Empoli e del ko a Trapani del Lanciano (prossimo avversario dei rosa), i rosa tornano al secondo posto a un punto dai toscani.
Un altro significato importante è per come è arrivata questa vittoria. Iachini ha visto probabilmente per la prima volta l’idea di gioco che ha in mente. Il gioco sulle fasce oggi ha dato i suoi frutti. E, a parte il gol vittoria, dalle corsie esterne sono arrivate le occasioni più pericolose dei suoi. La mini rivoluzione ha dato, insomma, i suoi frutti. Con Terzi tornato al centro della difesa, Stevanovic sulla corsia di destra preferito a Pisano e Morganella e il miglior Daprelà di stagione.   
Non è un Palermo sfavillante nel primo tempo, ma è comunque una squadra che crea le sue palle gol. La prima al 16’ con Lafferty che sfrutta il bel lavoro di Stevanovic sulla destra. Il nordirlandese fa tutto bene in area ma non chiude a sufficienza il diagonale. I due si scambiano i ruoli al 34’ quando Lafferty dalla sinistra mette un bel pallone in mezzo. Stevanovic col piattone va a colpo sicuro, ma la conclusione viene deviata in angolo da Bastrini. Non è un caso che le due occasioni siano nate da azioni sulle fasce. Anche Munoz di testa al 39’ va vicino al gol su azione da calcio d’angolo. In mezzo c’è l’occasione per il Novara. Lazzari si trova solo davanti a Ujkani, dopo un liscio di Andelkovic, ma è provvidenziale l’intervento di Daprelà che chiude il centrocampista. Il meglio il Palermo lo riserva all’ultimo minuto. Palla recuperata a centrocampo dai rosa con Verre che verticalizza subito per Belotti che fa partire il suo show. La punta salta due uomini e fa partire un terra-aria che sbatte prima sulla traversa e poi si infila in rete. Con questa magia il Gallo fa andare a riposo i compagni in vantaggio.
Il vantaggio, però, dura poco. Al 7’ arriva la rete dell’ex di Gonzalez, che scappa in maniera ingiustificata in mezzo a Terzi e Munoz dopo lancio di Rubino. La punta poi è brava a freddare Ujkani. Un’altra verticalizzazione fatale ai rosa dopo quelle col Latina. La prima mossa di Iachini arriva al 61’ con l’ingresso di Hernandez per Lafferty. Al 70’, invece, è il momento del ritorno in campo di Barreto che prende il posto di Verre. Gli uomini di Iachini spingono alla ricerca del nuovo vantaggio. Ci va vicino Hernadez in una mischia al 75’. Vicinissimo anche Andelkovic che clamorosamente non centra la porta di testa su una punizione calciata da Bacinovic al 79’. All’82’Iachini si gioca l’ultima carta, inserendo Troianiello per Bacinovic. Il Palermo continua a provarci e il Novara all’84’ finisce in dieci per il doppio giallo rimediato da Pesce. Il Palermo per intensità e occasioni meriterebbe il secondo gol, ma la porta di Kosicky è stregata. L’ennesima dimostrazione all’86’ quando Munoz di testa colpisce il palo esterno. C’è solo il Palermo e Kosicky si deve superare, quando al 90’ respinge in tuffo un bel colpo di testa di Belotti su cross di Troianiello. ma è la prova generale del gol. Al 91’azione fotocopia, sempre dalla destra. Stavolta il cross arriva da Stevanovic e il Gallo si fa trovare puntuale all’appuntamento. Belotti spinge, il Palermo torna a correre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati